Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 30 marzo 2017
Articolo di: lunedì, 20 marzo 2017, 12:17 p.

Angelico da impazzire: che forza!

Anche Trapani s’inchina alla capolista, trascinata da un Mike Hall clamoroso

Al cospetto degli oltre 4000 spettatori del Forum, Pallacanestro Biella celebra una Coppa Italia persa ma giocata fino all’ultimo secondo, poi si regala 40’ di spettacolo. Trapani è poco più di uno sparring partner. L’Angelico tocca il +30 poi chiude 79-55 con una formazione Under 20 in campo negli ultimi minuti.

La Lighthouse aveva costruito le ultime prestazioni aggiungendo all’ormai affidabile asse Mays-Renzi i tagli dal lato debole di Jeffrey Crockett. L’Angelico le ha tolto tutto. Non è praticamente mai riuscita a giocare il pick and roll Mays-Renzi e non ha mai trovato i canestri di Crocket sul lato debole. L’unica cosa che le è rimasta erano gli attacchi in post di Renzi, che hanno funzionato ad inizio gara. La svolta l’ha data Rattalino che nel secondo quarto, dopo che Tex e Udom avevano patito Renzi in avvio, entra e gli strappa due rimbalzi. È come un urlo di battaglia: possiamo batterlo. Nel secondo tempo Tessitori ha vinto ampiamente il duello personale e la Lighthouse, privata anche della sua ultima freccia, ha issato bandiera bianca.

Trapani ha offerto davvero poca resistenza. A sua scusante può invocare la lunga lista di infortuni che ha reso impossibile a coach Ducarello costruire un sistema di gioco affidabile (neanche ieri era al completo per l’assenza dell’ex rossoblu Ganeto). Pronti via ha patito le uscite dai blocchi di Ferguson, ha accennato una zona poi ha rinunciato perché nel frattempo il folletto di Louisville aveva iniziato a portare palla e giocare in pick and roll. Anche solo questo è l’emblema di come Biella fosse sempre un passo avanti.
Matteo Lusiani

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 20 marzo 2017

Nella foto: La prima partita in casa dell’Angelico è stata occasione per premiare giocatori e club per la finale raggiunta a Bologna. C’era il presidente della Lnp, e proprietario di Trapani, Pietro Basciano, ma mancava il sindaco Marco Cavicchioli che non ha polemicamente accettato l’invito. Pare che la premiazione alla squadra di Coppa da parte del Comune di Cossato sia stata mal digerita a Palazzo Oropa (Foto Sartini)

Articolo di: lunedì, 20 marzo 2017, 12:17 p.
YOUKATA'

Angelico senza avversari: è strapotere

Angelico senza avversari: è strapotere

Al Ponte Grande di Ferentino, l’unica grande è l’Angelico. Trascinata (neanche a dirlo) da Mike Hall, Biella ha reso piccoli i giganti amaranto che rispondono ai nomi di Bj Raymond, Angelo Gigli e Ivica Radic (in campo tutti insieme). Alla sirena è 63-72. A quattro gare dalla fine Tortona resta a -4 e perfino Virtus Bologna e Treviso, nell’altro girone,(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Liste d’attesa, il piano per abbatterle

Liste d’attesa, il piano per abbatterle

Prende il via il piano per la riduzione delle liste d’attesa nella specialistica ambulatoriale. Un tema assai sentito da tutti i cittadini. Lunedì mattina la giunta regionale ha approvato la delibera presentata dall’assessore alla sanità Antonio Saitta, con cui si fissano gli interventi che saranno intrapresi da Regione e aziende sanitarie: revisione delle agende di(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Migranti nell’ex Coggiola e a Magnano

Migranti nell’ex Coggiola e a Magnano

BIELLA - Si sono concluse ieri le operazioni di verifica delle offerte presentate in merito al bando per l’accoglienza in Provincia di Biella, per un totale di 875 posti destinati a chi chiede protezione internazionale. L’apposita commissione prefettizia ha individuato come ufficiali 985 posti, suddividendoli tra i vari operatori che hanno presentato le offerte. La cooperativa(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Ladri scatenati anche in macelleria

Ladri scatenati anche in macelleria

Oltre alle solite abitazioni, stavolta i ladri hanno preso di mira due attività commerciali creando un danno non da poco. Sono persino entrati in una macelleria dove, oltre ai soldi, hanno rubato anche un’impastatrice e un’affettatrice professionali di notevole valore. I ladri hanno scelto bene. Sono entrati, dopo aver forzato una porta sul retro, nel negozio “I(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top