Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 23 novembre 2017
Articolo di: venerdì, 19 maggio 2017, 10:04 m.

Cento scuole per differenziare meglio

Il progetto di Cosrab per l’anno scolastico 2017/2018

BIELLA - Si chiama progetto “Ognuno al proprio posto”, per una scuola a rifiuti zero. E’ quanto lanciato da Cosrab, il Consorzio che si occupa delle politiche dei rifiuti nel Biellese. Un’iniziativa che parte dal presupposto che la raccolta differenziata nasce storicamente da due fondamentali esigenze: riduzione dell’impatto ambientale conseguente all’immissione nell’ecosistema di materiale di scarto e agenti inquinanti relativi alla loro gestione e risparmio economico, di materie prime e creazione di nuova occupazione.

Il raggiungimento degli obiettivi europei passa anche tramite interventi educativi veicolati tramite le scuole primarie e secondarie in particolare medie e superiori. «Questo percorso - spiega il vicepresidente di Cosrab Alessandro Pizzi -, ispirato dalle linee guida di educazione ambientale del Ministero dell'ambiente, vuole fornire agli alunni conoscenze e competenze di base sulla gestione dei rifiuti, sul processo di riciclo e dare alcuni spunti per riutilizzare ciò che normalmente viene buttato; aspetto fondamentale del laboratorio è, inoltre, l'analisi dello stato di salute del nostro Paese e del pianeta in relazione all'inquinamento prodotto da una scorretta gestione dei prodotti di scarto». Dopo un lavoro di analisi e valutazione della gestione della raccolta differenziata nelle scuole del territorio biellese, Cosrab ha individuato ampi margini di miglioramento, da perseguire anche tramite il progetto.

Tre anni a partire dall’anno scolastico 2017/2018 per sviluppare laboratori per riconoscere la materia, valorizzarla e differenziarla nel modo più corretto. Con visita all’ecocentro di riferimento. «I ragazzi costruiranno i contenitori differenziati – spiega Pizzi - saranno 5 per classe dall’organico alla plastica divisa in rigida (penne, temperini ecc) agli imballaggi (bottiglie e contenitori alimenti per l’intervallo) ma anche carta vetro, lattine e alluminio. Nel tempo spariranno i bidoni neri dell’indifferenziato che oggi paghiamo 120 euro a tonnellata per il loro smaltimento». Questo aiuterà le tasche dei cittadini. «Ad oggi nelle sole scuole di Biella - aggiunge Pizzi - si producono 72 tonnellate di rifiuti indifferenziati all’anno che se si aggiungono alle 52 tonnellate prodotte negli istituti cossatesi si arriva a spendere quasi 15 euro anno di smaltimento. Con questo progetto si stima che sull’intero territorio aderiranno circa 100 istituti scolastici per un risparmio complessivo di 60mila euro che potrebbero arrivare a 100mila se si coinvolgessero in una seconda fase tutti gli uffici pubblici del territorio». Il progetto è partito nel mese di maggio in maniera sperimentale alla scuola media Salvemini di Biella.

Enzo Panelli

Articolo di: venerdì, 19 maggio 2017, 10:04 m.
YOUKATA'

Un ospedale più verde grazie ai volontari

Un ospedale più verde grazie ai volontari

BIELLA - Unisce solidarietà, volontà di fare e passione per il bello. È il progetto “Aree verdi per l’Ospedale di Biella” presentato ieri mattina in un incontro a cui ha partecipato anche l’assessore regionale alla sanità Antonio Saitta.  Una iniziativa che ha portato nell’arco di questi mesi l’area antistante il(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

«Nel Quadrante è emergenza discariche»

«Nel Quadrante è emergenza discariche»

CAVAGLIÀ - «L’annunciata chiusura della discarica di Barengo e l’impossibilità di potenziare, per ora, il polo di Cavaglià preoccupano i rappresentanti degli enti preposti alla raccolta, al trattamento e allo smaltimento dei rifiuti nel quadrante nord della regione. La situazione assumerà presto i connotati dell’emergenza, anche in relazione al fatto che il(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Picchiavano i bimbi: arrestate tre maestre

Picchiavano i bimbi: arrestate tre maestre

Stamattina la Polizia di Stato di Vercelli ha portato a termine un’altra brillante operazione, denominata "tutti giù per terra", eseguendo tre ordinanze applicative della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di tre maestre, di una Scuola per l’Infanzia di Vercelli, per il reato di maltrattamenti. L’attività investigativa, svolta dalla(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Basket, Eurotrend conquista Agrigento: è seconda

Basket, Eurotrend conquista Agrigento: è seconda

Tre partite in sette giorni, complice un anticipo che la farà riposare domenica: l’Eurotrend fa filotto e vince anche ad Agrigento (74-82), dominando per tre quarti, sentendo la fatica nell’ultimo quarto, in cui Ferguson (30) ha tenuto a bada la rimonta siciliana. Nel calcio, altro pareggio de La Biellese.  Leggi tutto lo sport sull'Eco di Biella in edicola (...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top