Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì e giovedì

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 22 gennaio 2018
Articolo di: lunedì, 01 gennaio 2018, 5:28 p.

Cgil in lutto, domani i funerali di Gloria Missaggia

Dirigente del sindacato, uccisa da un tumore fulminante

Si terranno domani, martedì. alle 14.30 nei locali della Camera del lavoro, dove sarà allestita la Camera ardente, i funerali di Gloria Missaggia, dirigente Cgil biellese, mancata nella notte tra il 30 e il 31 dicembre a seguito delle conseguenze di un tumore fulminante ai polmoni che si era dichiarato solo un mese e mezzo fa.  Gloria Missaggia aveva 55 anni, era moglie di Mauro Barzan,  dirigente Cna Biella e membro del Cda della Fondazione  Biella Domani e non aveva figli.
Dal 2004 Gloria Missaggia era entrata in Cgil con un incarico nell'Ufficio Vertenze, dove si è costruita un'esperienza contrattuale e sindacale di alto profilo.  In virtù di questa esperienza nel luglio 2009 era stata eletta segretaria generale della Filcams di Biella, la Federazione dei lavoratori del commercio e turismo che aveva fatto  crescere come adesioni e come capacità contrattuale, diventando la seconda categoria dei lavoratori attivi della Cgil biellese. Questa capacità di affrontare le situazioni difficili e anche il nuovo che avanzava, le è stata da tutti riconosciuta, tanto da essere chiamata, nel dicembre 2012, a ricoprire, negli anni più difficili della crisi del settore tessile, il ruolo di segretaria generale della Filctem, il sindacato dei tessili e chimici.
"Un compito arduo - ricorda la segreteria generale Cgil biellese Marvi Massazza Gal - con poche gratificazioni e molti problemi per migliaia di lavoratori biellesi. Per molti di loro Gloria è stata un sostegno e un riferimento non solo specialistico, ma umano,  in uno dei momenti più difficili della vita: quello in cui si perde il lavoro. Non si risparmiava, Gloria: sapeva ascoltare, sapeva cercare le risposte con gli altri, sapeva accogliere. Non chiudeva mai la porta né alle persone né alle imprese, suoi interlocutori naturali.  La Camera del lavoro di Biella perde non solo uno dei suoi dirigenti migliori, ma perde anche un'amica generosa, una donna di valore, una persona che ha scelto di vivere bene la propria vita non pensando solo a se stessa ma spendendo i suoi giorni per il bene comune, per un mondo più giusto, per chi non aveva voce e non sapeva difendersi".
Gloria Missaggia lascia le sorelle Lucia e Adelia e un fratello, Michele.

R.A.

Articolo di: lunedì, 01 gennaio 2018, 5:28 p.

Differenziata, il Biellese al 60 per cento

Differenziata, il Biellese al 60 per cento

BIELLA -  Il bacino biellese a livello di raccolta differenziata cresce. E i dati sono ancora quelli relativi al 2016, gli ultimi certificati, nei giorni scorsi, dalla giunta regionale con una apposita delibera. Dati che non tengono conto del passaggio, avvenuto l’anno scorso, di molti comuni biellesi alla raccolta porta a porta, sistema che consente di aumentare, e non di(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

“Giovane, vai a zappare la terra!”

“Giovane, vai a zappare la terra!”

“Ma vai a zappare la terra!”. La frase potrebbe non essere più vista come un invito a dedicarsi a qualcosa di meno “nobile”: sono ben otto, infatti, i soggetti - privati e pubblici - che in queste settimane cercano proprio giovani disposti a mettersi in gioco così, vanga in mano e stivali ai piedi, per tentare una nuova esperienza di vita. “Terra(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Paura per una slavina all’Alpe Artignaga

Paura per una slavina all’Alpe Artignaga

Momenti di paura, stamattina a Biemonte, a causa del distacco di una slavina avvenuto in località Alpe Artignaga. Fortunatamente nessuno è rimasto sepolto dalla neve. Scattato l’allarme, all’Alpe Artignaga è arrivato un vero e proprio dispiegamento di forze: oltre    alle unità cinofile, sono arrivati anche i volontari del soccorso alpino(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

L’Eurotrend nella tana di Trapani: serve un colpaccio per la classifica

L’Eurotrend nella tana di Trapani: serve un colpaccio per la classifica

Un girone fa, Trapani non destò grandi impressioni nella sconfitta al Forum per 78-60. L’Eurotrend non le lasciò scampo grazie a 20 punti a testa della coppia Ferguson-Bowers e a un Tessitori che stravinse il duello con l’ex  Renzi. Dall’altra parte solo 11 e 12 punti per gli americani Brandon Jefferson e Jesse Perry, mai in partita. E tuttavia era(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top