Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 26 settembre 2017
Articolo di: venerdì, 14 aprile 2017, 10:05 m.

Ciclista muore a soli 35 anni

Il corpo esanime di Corrado è stato riconosciuto dai genitori

Sono due giorni d’inferno per i genitori di Corrado Gracis, il ciclista di 35 anni di Sandigliano travolto e ucciso da un trattore, a San Germano Vercellese, in zona Cascina Cavallo. Martedì la tragedia: lo shock per papà Giampiero e per la consorte è stato tanto grande da dover ricorrere alle cure del personale del 118. E, mercoledì mattina, marito e moglie hanno avuto l’ingrato compito di riconoscere il corpo del loro amato figlio: abituati a vederlo sorridente pieno di vita, per loro è stato un dolore immenso vederlo disteso, esanime, in ospedale.

Il dramma si è consumato martedì pomeriggio, intorno alle 17. Corrado Gracis, insieme a un gruppo formato da una trentina di ciclisti, stava percorrendo il tratto della strada provinciale che da Vettigné, piccola frazione di Santhià, collega con San Germano, quando all’improvviso, per cause ancora al vaglio degli agenti di Polizia stradale di Varallo e di quelli della Polizia municipale di Santhià, è stato travolto e schiacciato da un trattore che proveniva dal senso opposto di marcia. Corrado Gracis è morto quasi subito, prima ancora dell’arrivo del personale del 118, giunto tra le risaie del Vercellese con anche un elicottero. Sotto shock gli altri corridori che hanno assistito, impotenti, alla scena.

La notizia di quanto successo è giunta nel Biellese già nelle primissime ore della sera e ha destato profondo cordoglio non solo a Sandigliano dove Corrado Gracis era cresciuto, ma anche a Vigliano Biellese dove viveva con la fidanzata, Romina Moregola e dove lavorava per la Vittoria Shoes, azienda specializzata in calzature per ciclismo di altissima qualità.

Articolo di: venerdì, 14 aprile 2017, 10:05 m.
YOUKATA'

Con la pistola in pugno rapina la “Cassa” di Bra: arrestato

Con la pistola in pugno rapina la “Cassa” di Bra: arrestato

Da Biella a Bra per rapinare una banca. E’ stato catturato dai carabinieri, dopo un inseguimento durato poche manciate di minuti, Salvatore Caruso, pizzaiolo di 62 anni residente a Biella. L’uomo è un habitué delle rapine. In carcere, oltre a lui, è finito anche il suo complice, un disoccupato con il quale venerdì scorso ha messo a segno il colpo e(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

A Biella la Corsa della Speranza 2017

A Biella la Corsa della Speranza 2017

BIELLA - La Corsa della Speranza è un appuntamento da non perdere: è una passeggiata non competitiva e aperta a tutti, grandi e piccini, atleti, campioni e amatori. L'importante è partecipare per raggiungere tutti insieme lo stesso obiettivo: sconfiggere il cancro. É un'iniziativa che coniuga attività fisica, che significa salute, e speranza di trovare(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

E la Pedemontina va: Chiamparino conferma 120 milioni

E la Pedemontina va: Chiamparino conferma 120 milioni

L’annuncio è arrivato durante la cena di autofinanziamento del Partito Democratico di venerdì scorso (nella foto), direttamente dal Governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino. I soldi per la parte regionale (120 milioni di euro) della Pedemontina, il collegamento da Masserano a Ghemme, ci sono e verranno presto stanziati. Così il Biellese avrà il suo(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Una Biellese che può correre in testa

Una Biellese che può correre in testa

BIELLA - E’ della Biellese il primo big match di Eccellenza: i bianconeri hanno battuto il Verbania con un secco 3 a 0 (gol al 16' di Scavetta, al 37' e 48' Latta), maturato tutto nel secondo tempo, e si sono messi sulle tracce della capolista Arona che tira il gruppo con un solo punto di vantaggio. L’onore delle armi va comunque dato alla squadra ospite, di gran lunga la(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top