Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 26 settembre 2017
Articolo di: giovedì, 13 luglio 2017, 7:37 p.

Delitto di Erika, un giallo con tanti indizi senza prove

Primi “accertamenti tecnici irripetibili” sulle tracce di Dna

Sono stati due giorni di fuoco, quelli di lunedì e martedì, a San Teodoro, in Sardegna,  per il pool difensivo che si occupa del caso di Dimitri Fricano, 30 anni, il commesso di Biella unico indagato per il delitto della compagna, Erika Preti, 28 anni, trovata sgozzata nella villetta degli orrori di località Lu Fraili, dove i due fidanzati erano ospiti per le vacanze di una coppia di amici, peraltro anche loro biellesi. Il pool è nutrito. Con gli avvocati Alessandra Guarini di Biella e Roberto Onida di Tempio, si sono ritrovati in Sardegna l’ex comandante dei Ris, generale Luciano Garofano, l’ingegnere informatico e fonico forense, Michele Vitiello, di Brescia (che affiancherà il consulente della Procura per quanto riguarda la perizia sui telefoni dei due fidanzati), il medico legale Maurizio Saliva, coordinatore di medicina legale dell’Asl di Napoli (che si confronterà con il collega che ha effettuato l’autopsia sulla salma della vittima e che ha analizzato le ferite riportate dall’indagato).
Presente in Sardegna anche l’investigatore privato di Biella, Nicolla Santimone, ex maresciallo dei carabinieri, dalla riconosciuta capacità investigativa.
Dai Ris. Lunedì il piccolo esercito di professionisti si è recato a Cagliari, nel laboratorio del Ris, il Raggruppamento scientifico dei carabinieri. In quei laboratori, si sono svolti i primi  “accertamenti tecnici irripetibili” su alcuni reperti recuperati dai militari in camice bianco nella cucina della villetta dove Erika Preti è stata sgozzata con due precisi fendenti alla gola con il coltello dalla lama seghettata con cui poco prima stava preparando dei panini per la gita in gommone che la coppia aveva programmato nel pomeriggio a Tavolara.

Valter Caneparo

Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 13 luglio 2017 

Nella foto l’avvocato Alessandra Guarini intervistata per il Tg2

Articolo di: giovedì, 13 luglio 2017, 7:37 p.
YOUKATA'

Con la pistola in pugno rapina la “Cassa” di Bra: arrestato

Con la pistola in pugno rapina la “Cassa” di Bra: arrestato

Da Biella a Bra per rapinare una banca. E’ stato catturato dai carabinieri, dopo un inseguimento durato poche manciate di minuti, Salvatore Caruso, pizzaiolo di 62 anni residente a Biella. L’uomo è un habitué delle rapine. In carcere, oltre a lui, è finito anche il suo complice, un disoccupato con il quale venerdì scorso ha messo a segno il colpo e(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

A Biella la Corsa della Speranza 2017

A Biella la Corsa della Speranza 2017

BIELLA - La Corsa della Speranza è un appuntamento da non perdere: è una passeggiata non competitiva e aperta a tutti, grandi e piccini, atleti, campioni e amatori. L'importante è partecipare per raggiungere tutti insieme lo stesso obiettivo: sconfiggere il cancro. É un'iniziativa che coniuga attività fisica, che significa salute, e speranza di trovare(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

E la Pedemontina va: Chiamparino conferma 120 milioni

E la Pedemontina va: Chiamparino conferma 120 milioni

L’annuncio è arrivato durante la cena di autofinanziamento del Partito Democratico di venerdì scorso (nella foto), direttamente dal Governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino. I soldi per la parte regionale (120 milioni di euro) della Pedemontina, il collegamento da Masserano a Ghemme, ci sono e verranno presto stanziati. Così il Biellese avrà il suo(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Una Biellese che può correre in testa

Una Biellese che può correre in testa

BIELLA - E’ della Biellese il primo big match di Eccellenza: i bianconeri hanno battuto il Verbania con un secco 3 a 0 (gol al 16' di Scavetta, al 37' e 48' Latta), maturato tutto nel secondo tempo, e si sono messi sulle tracce della capolista Arona che tira il gruppo con un solo punto di vantaggio. L’onore delle armi va comunque dato alla squadra ospite, di gran lunga la(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top