Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì e giovedì

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 22 gennaio 2018
Articolo di: giovedì, 04 gennaio 2018, 10:41 m.

Erika uccisa con cinque coltellate profonde

Inchiesta chiusa, fascicolo di 1.000 pagine, si va verso il processo

E’ composto da circa mille pagine il fascicolo processuale per il delitto di Erika Preti, 27 anni, commessa di Pralungo, avvenuto l’11 giugno scorso nella villetta di San Teodoro, in Sardegna, trecento delle quali compongono le conclusioni da parte dei carabinieri del Ris di Parma e sono state consegnate prima di Natale al procuratore capo di Nuoro, Andrea Garau, che nei giorni scorsi ha chiuso l’inchiesta e, trascorsi i tempi tecnici di venti giorni, si appresta a chiedere il rinvio a giudizio di Dimitri Fricano, 30 anni, di Biella, il fidanzato della vittima sospettato del delitto. Il capo d’imputazione è comunque breve e conciso. A Fricano viene contestato l’omicidio volontario con le aggravanti dei futili motivi e della crudeltà. E la simulazione di reato in quanto in un primo momento il giovane aveva parlato di un fantomatico rapinatore. Secondo quanto emerge dalle conclusioni del Ris, Fricano avrebbe ucciso la fidanzata trascinato da un incontenibile raptus al culmine dell’ennesimo litigio di una coppia ormai allo sbando più totale. Le trecento pagine dei carabinieri in camice bianco, contengono una mole impressionante di dati. Poche tracce discorsive e tante fotografie di reperti, un nutrito elenco di analisi scientifiche definite in gergo “accertamenti tecnici irripetibili” su impronte digitali, impronte di scarpe, peli, capelli, sangue. Di sangue ce n’era dappertutto: sui vestiti, sul pavimento, sulle tende che separavano la cucina, dov’è avvenuto il delitto dal balconcino che si affaccia sulla strada. Valter Caneparo Leggi di più sull'Eco di Biella in edicola

Articolo di: giovedì, 04 gennaio 2018, 10:41 m.

Paura per una slavina all’Alpe Artignaga

Paura per una slavina all’Alpe Artignaga

Momenti di paura, stamattina a Biemonte, a causa del distacco di una slavina avvenuto in località Alpe Artignaga. Fortunatamente nessuno è rimasto sepolto dalla neve. Scattato l’allarme, all’Alpe Artignaga è arrivato un vero e proprio dispiegamento di forze: oltre    alle unità cinofile, sono arrivati anche i volontari del soccorso alpino(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Differenziata, il Biellese al 60 per cento

Differenziata, il Biellese al 60 per cento

BIELLA -  Il bacino biellese a livello di raccolta differenziata cresce. E i dati sono ancora quelli relativi al 2016, gli ultimi certificati, nei giorni scorsi, dalla giunta regionale con una apposita delibera. Dati che non tengono conto del passaggio, avvenuto l’anno scorso, di molti comuni biellesi alla raccolta porta a porta, sistema che consente di aumentare, e non di(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

“Giovane, vai a zappare la terra!”

“Giovane, vai a zappare la terra!”

“Ma vai a zappare la terra!”. La frase potrebbe non essere più vista come un invito a dedicarsi a qualcosa di meno “nobile”: sono ben otto, infatti, i soggetti - privati e pubblici - che in queste settimane cercano proprio giovani disposti a mettersi in gioco così, vanga in mano e stivali ai piedi, per tentare una nuova esperienza di vita. “Terra(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

L’Eurotrend nella tana di Trapani: serve un colpaccio per la classifica

L’Eurotrend nella tana di Trapani: serve un colpaccio per la classifica

Un girone fa, Trapani non destò grandi impressioni nella sconfitta al Forum per 78-60. L’Eurotrend non le lasciò scampo grazie a 20 punti a testa della coppia Ferguson-Bowers e a un Tessitori che stravinse il duello con l’ex  Renzi. Dall’altra parte solo 11 e 12 punti per gli americani Brandon Jefferson e Jesse Perry, mai in partita. E tuttavia era(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top