Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 25 luglio 2017
Articolo di: domenica, 29 novembre 2015, 6:34 m.

Esternalizzazione asili, ecco il bando

I sindacati: «Il Comune è inaffidabile. E a Pavignano non pagano lo stipendio»

BIELLA - Dopo le tante parole, ecco i fatti. Il Comune ha infatti pubblicato sul proprio sito il bando di gara per l’esternalizzazione degli asili nido di Chiavazza e del Masarone. La gestione di due sezioni di asilo nido avrà una durata di 5 mesi dal primo marzo del prossimo anno al 31 luglio, mentre la gestione del servizio asilo nido  avrà durata di 2 anni dal primo settembre 2016 al 31 agosto 2018, con possibilità di rinnovo per ulteriori 2 anni su  richiesta  della  Stazione  appaltante e  con  l'obbligo  dell'appaltatore  di  accettarlo alle medesime modalità e condizioni. 

Il servizio asilo nido è rivolto a bambini tra i 3 e i 36 mesi, ad orario a tempo pieno e a part-time. Per la gestione delle due sezioni: ricettività massima 15 bambini, di cui 12 bambini a tempo pieno e 3 bambini con orario part-time nella struttura di Chiavazza  e  24 bambini di cui 18 bambini a tempo pieno e 6 con orario di frequenza part-time nella struttura Villaggio Masarone.  Per  la  gestione  del  servizio  asilo  nido  comunale ricettività  massima  25  bambini  nella struttura di Chiavazza e 40 bambini nella struttura Villaggio Masarone.  Potranno essere accolti inoltre 10 bambini non facenti parte della graduatoria comunale. Il gestore introiterà direttamente dagli utenti le rette secondo le tariffe e le modalità di conteggio determinati dall’Amministrazione comunale.  Il prezzo  unitario  a  base  di  gara per  posto  bambino  mensile  a  tempo pieno,  è  pari  a 590 euro iva  esclusa.  L’importo presunto dell’appalto per il periodo contrattuale dal 1 marzo 2016 al 31 agosto 2018 è stimato in  958.750 euro. 

Il bando di gara è stato messo sotto la lente d’ingrandimento da parte dei sindacati. Mario Paonessa, della Cgil, spiega: «In fase di contrattazione ci avevano rassicurato sull’inserimento del monte ore per la formazione delle educatrici esattamente identico a quello dei dipendenti comunali, ossia 120 ore all’anno. Ora leggiamo il bando e scopriamo che sono scese a 20. Il Comune si è dimostrato ancora una volta inaffidabile». Paonessa, poi, aggiunge: «Senza contare che nell’unico nido attualmente privatizzato, ossia quello di Pavignano, i dipendenti non hanno ancora ricevuto lo stipendio, ed è la quarta volta che si verificano ritardi in questo 2015. E anche in questo caso è il Comune che deve vigilare che tutte le clausole contrattuali vengano rispettate. Come dire, se il buongiorno si vede dal mattino...». 

Enzo Panelli

Articolo di: domenica, 29 novembre 2015, 6:34 m.
YOUKATA'

Al via il rifacimento delle strisce

Al via il rifacimento delle strisce

BIELLA - «Abbiamo deciso di investire 250mila euro apposta, perché non fosse una toppa messa dove c'era più urgenza ma un intervento che andasse a risolvere sistematicamente il problema». Marco Cavicchioli è tra i più soddisfatti della partenza del piano di rifacimento della segnaletica orizzontale in città. Il primo intervento è stato(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Rifugio Coda, una storia lunga 70 anni

Rifugio Coda, una storia lunga 70 anni

ALTA VALLE ELVO - Il rifugio Coda  compie settant’anni. Era il 1947 infatti, quando,  l’edificio venne costruito a 2280 metri d’altitudine, posto a mo’ spartiacque tra la Valle del Lys e la Valle dell’Elvo.  Tutto iniziò nell’estate del 1945, quando la sezione di Biella  del Cai tentò non senza difficoltà di far(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Rapinato distributore a Ponderano

Rapinato distributore a Ponderano

L'ha spintonata con forza e l'ha minacciata. Poi le ha rubato la borsa con l'incasso delle slot machine, del bar e del distributore, in tutto circa 25mila euro in contanti. Brutta avventura ieri sera intorno alle 20 per la benzinaia di 30 anni che da circa un anno gestisce con il marito bar e distributore di carburante "Repsol" che si affaccia lungo il Maghettone, in territorio del comune(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Roffino: «Cerco la strada giusta verso Tokio»

Roffino: «Cerco la strada giusta verso Tokio»

Le luci della ribalta del rinomato mezzofondo femminile biellese, nell’ultimo decennio tinto d’azzurro, in questo momento sono puntate su Valeria Roffino, 27enne, appena laureatasi campionessa italiana sulla distanza dei 5000 metri in pista, a sorpresa, perchè l’allieva di Clelia Zola veniva da due titoli consecutivi sui 3000 siepi. Erede della campionissima della(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top