Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì e giovedì

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 24 febbraio 2018
Articolo di: sabato, 15 luglio 2017, 10:02 m.

Gatto ucciso con il pallino di una carabina

E' successo a Massazza

MASSAZZA - Nessun proiettile calibro 22 esploso da chissà mai quale esperto cecchino da distanze siderali, tipo Chris Kyle, il micidiale tiratore scelto dei Navy Seal soprannominato “Leggenda” nella realtà e nel film “American Sniper” diretto da grande Clint Eastwood, bensì un semplice pallino sparato dal solito imbecille con una carabina ad aria compressa.
E’ stato colpito con quello, con un pallino calibro 4,5 dalle classiche dimensioni e fatte di quelli che si utilizzano con le armi definite “pneumatiche” e non da fuoco, il gatto bianco chiamato Dybala che la sua padrona, che abita a Massazza, non è riuscita a salvare nonostante lo abbia portato il più in fretta possibile da un veterinario.
Erano purtroppo passati troppi giorni dal ferimento e dal ritorno a casa del micio soriano dal pelo candido e la ferita, comunque profonda, che aveva pare provocato la frattura di una zampa del gatto, si era infettata in modo sempre più grave. Dybala è stato così soppresso.
E’ stata la stessa padrona del micio a raccogliere il pallino (ne vengono venduti a prezzi irrisori su Internet anche con la punta) trovato conficcato dal veterinario nella zampa dell’animale durante l’intervento che si è poi rivelato inutile, a inserirlo in un barattolo di vetro e a consegnarlo alla Polizia di Stato direttamente in Questura a Biella, chiedendo di fare qualunque cosa per riuscire a risalire a chi avesse sparato al suo caro amico animale.
Non sarà semplice risolvere il caso anche perché non è stato appurato con certezza dove e quando il gatto è stato colpito e ferito a morte. In zona, i possessori di carabine ad aria compressa che hanno denunciato l’arma alle autorità nel corso degli anni come prescrive la legge, sarebbero parecchi. Le carabine ad aria compressa, inoltre, possono anche essere modificate per aumentarne la potenza di tiro. Accertamenti di rito potrebbero comunque essere effettuati. Dopotutto l’ipotesi di reato di “uccisione di animali” prevede pene da quattro mesi a due anni di reclusione.

V.Ca. 

Articolo di: sabato, 15 luglio 2017, 10:02 m.

Scontro con dei cinghiali

Scontro con dei cinghiali

Incontro ravvicinato con un gruppo di cinghiali da parte di un automobilista di Biella l'altra sera intorno alle 19 lungo la strada del Maghettone, nei pressi del bivio per Ponderano. Numerosi cinghiali di varie dimensioni hanno attraversato la strada proprio in quel momento e l'automobilista ha investito in pieno il gruppo. Gli animali si sono allontanati mentre l'auto, una Fiat 500,(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Dormitorio, altri 25 posti al Belletti Bona

Dormitorio, altri 25 posti al Belletti Bona

BIELLA - Dopo tanta attesa è stato finalmente pubblicato il bando inerente la riqualificazione dello stabile comunale in via Belletti Bona per l’attivazione del servizio di accoglienza. Dunque l’ampliamento del dormitorio, così come promesso nei mesi scorsi, diventerà realtà. Il progetto definitivo ed esecutivo era stato approvato dalla giunta(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Dopo il premio Attila, lavori al via a Vigliano

Dopo il premio Attila, lavori al via a Vigliano

VIGLIANO BIELLESE -  Sono iniziati i lavori per sistemare l’area lungo la via Milano dove il Comune ha deciso di togliere i pini marittimi, scatenando  la reazione di Legambiente  che ha assegnato al Comune il “Premio Attila”.  Radici invadenti. Gli alberi, nel tempo, con le loro radici avevano alterato notevolmente il sedime stradale, sollevandolo(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Edilnol Rugby, contro il Lecco vittoria di misura

Edilnol Rugby, contro il Lecco vittoria di misura

BASKET SERIE A2 OVEST - Niente da fare, Siena resta un campo tabù. L’Eurotrend si fa maltrattare (90-75), non dando mai l’impressione di poter impensierire i toscani. Nel finale arriva anche l’espulsione di Ferguson a causa di un doppio fallo tecnico. Deluso coach Michele Carrea: "Prestazione poco seria". Biella resta seconda. RUGBY SERIE B - Quel che certo,(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top