Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 23 novembre 2017
Articolo di: giovedì, 11 maggio 2017, 10:47 m.

Giostraio forse ucciso da un violento colpo alla testa

Retroscena di una morta sospetta

C’è attesa per i risultati dell’autopsia eseguita ieri sulla salma di Pietro Bello, 55 anni, il disabile di Magenta, che dopo un incidente sul lavoro si era reinventato come giostraio, trovato morto venerdì sera nell’abitazione di un pregiudicato di Valle Mosso, Cristian Angileri, 39 anni, ora in carcere con l’accusa di omicidio preterintenzionale. Il corpo, a pancia in giù, è stato trovato nel sottotetto dell’abitazione dell’uomo, avvolto in una coperta e con i polsi stretti da fascette di plastica. L’autopsia avrebbe evidenziato un trauma cranico e delle ferite sul volto della vittima. Il medico legale avrebbe altresì escluso la morte per infarto.
I risultati li attendono gli inquirenti, per poter meglio definire le accuse, tra le quali potrebbe concretizzarsi anche quella di occultamento di cadavere. Se è infatti vero che il padrone di casa non avrebbe nelle ore successive la morte cercato di disfarsi del corpo portandolo in un altro luogo, lo ha comunque nascosto - spaventato per ciò che era successo -  in una porzione disabitata e fatiscente della sua abitazione, distante comunque dal punto in cui il giostraio è morto, al pianterreno dello stesso edificio.

Valter Caneparo

Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 11 maggio 2017

Articolo di: giovedì, 11 maggio 2017, 10:47 m.
YOUKATA'

Malore? No, stava dormendo

Malore? No, stava dormendo

Hanno temuto che un uomo si fosse sentito male lungo la strada poco prima dell'abitato di Pray Biellese, all'altezza di un'autoscuola. L'uomo che si trovava al posto di guida di una Citroen C3, non stava in realtà male, si era solo appisolato in quanto parecchio stanco. Per precauzione i carabinieri hanno comunque effettuato un controllo.

continua »

Altre notizie di questa categoria »

In via Ogliaro spunta il limite dei 30 chilometri orari

In via Ogliaro spunta il limite dei 30 chilometri orari

BIELLA - Da lunedì mattina, in via Ogliaro, è comparso un rilevatore di velocità, poco prima della curva, scendendo da Andorno Micca, che porta poi al rettilineo dove, da alcuni giorni, è stato realizzato un altro dosso a protezione di un attraversamento pedonale. La sostanziale novità, però, non è tanto l’indicatore della(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

«Nel Quadrante è emergenza discariche»

«Nel Quadrante è emergenza discariche»

CAVAGLIÀ - «L’annunciata chiusura della discarica di Barengo e l’impossibilità di potenziare, per ora, il polo di Cavaglià preoccupano i rappresentanti degli enti preposti alla raccolta, al trattamento e allo smaltimento dei rifiuti nel quadrante nord della regione. La situazione assumerà presto i connotati dell’emergenza, anche in relazione al fatto che il(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Basket, Eurotrend conquista Agrigento: è seconda

Basket, Eurotrend conquista Agrigento: è seconda

Tre partite in sette giorni, complice un anticipo che la farà riposare domenica: l’Eurotrend fa filotto e vince anche ad Agrigento (74-82), dominando per tre quarti, sentendo la fatica nell’ultimo quarto, in cui Ferguson (30) ha tenuto a bada la rimonta siciliana. Nel calcio, altro pareggio de La Biellese.  Leggi tutto lo sport sull'Eco di Biella in edicola (...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top