Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì e giovedì

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 19 febbraio 2018
Articolo di: venerdì, 21 aprile 2017, 1:41 m.

Giustizia paralizzata per gli scioperi

Saltati 95 processi la scorsa settimana, la protesta fino a sabato

BIELLA - Sono intense giornate di disagi in tribunale, per l’astensione dalle udienze, prima degli avvocati, ora dei giudici onorari e di pace. I legali biellesi hanno incrociato le braccia la scorsa settimana, dal 10 al 14 aprile. La partecipazione allo stato di agitazione è stata alta: nel solo ambito penale tutti i processi fissati da lunedi a venerdì scorso, 95 in tutto, sono stati rinviati. Rinvio anche per molti dei procedimenti in programma nella settimana corrente e in cui i giudici sono onorari. Il giudice Vincenza Puglisi aveva udienza martedì, ma si è astenuta. Ieri è toccato al giudice Iolanda Villano, anche lei astenuta. Soltanto oggi si saprà se verranno rinviati anche i processi del giudice Pietro Brovarone. Decine anche i procedimenti in programma davanti al giudice di pace  che sono stati rimandati.

I motivi della protesta per i penalisti riguardano il metodo e il merito della riforma del codice penale e di procedura recentemente approvata dal Senato lo scorso 15 marzo: i penalisti contestano fermamente la «modalità autoritaria ed antidemocratica» con la quale si è deciso di approvare una riforma che incide su temi sensibili quali la disciplina della prescrizione e del processo a distanza; «questioni che - sostengono i penalisti -  incidono sulla natura stessa del processo penale, distorcendo il modello accusatorio del giusto ed equo processo». I magistrati onorari protestano per difendere i propri diritti: i Vpo, ovvero i vice procuratori onorari, sono ritenuti un’importante risorsa per la giustizia e il suo buon andamento. Infine i giudici di pace chiedono il riconoscimento di alcuni «diritti fondamentali»: continuità del servizio sino all’età pensionabile, trattamento economico adeguato, tutele previdenziali ed assistenziali, garanzie di autonomia degli uffici e di indipendenza del giudice.
Sh.C.

Articolo di: venerdì, 21 aprile 2017, 1:41 m.

Processato due volte per lo stesso reato

Processato due volte per lo stesso reato

Il reato di cui si era macchiato era senz’altro tra i più disonorevoli nell’immaginario collettivo, quello di atti persecutori, meglio noto come stalking. Non poteva però essere processato due volte per lo stesso reato. Il giudice, Paola Rava, ha alla fine accolto la tesi del difensore, avvocato Andrea Conz, e ha disposto nei confronti dell’imputato il non(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Fotoclub: in arrivo il corso da sette lezioni

Fotoclub: in arrivo il corso da sette lezioni

Giovedì 1° marzo  prenderà il via il 26° corso di Fotografia organizzato dal Fotoclub Biella e certificato FIAF, che si articolerà in 7 lezioni teoriche, 4 workshops e 2 due serate dedicate alla visualizzazione delle immagini acquisite.  Il corso proposto dal Fotoclub risulta sia un ottimo punto di partenza per affacciarsi sul mondo della fotografia(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Dopo il premio Attila, lavori al via a Vigliano

Dopo il premio Attila, lavori al via a Vigliano

VIGLIANO BIELLESE -  Sono iniziati i lavori per sistemare l’area lungo la via Milano dove il Comune ha deciso di togliere i pini marittimi, scatenando  la reazione di Legambiente  che ha assegnato al Comune il “Premio Attila”.  Radici invadenti. Gli alberi, nel tempo, con le loro radici avevano alterato notevolmente il sedime stradale, sollevandolo(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top