Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì e giovedì

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
Articolo di: giovedì, 18 maggio 2017, 7:22 p.

Jolly Nero: pene dimezzate

Nel crollo della Torre Piloti di Genova morì un biellese

Uno sconto di quasi la metà della pena, rispetto a quanto aveva chiesto il pubblico ministero. Per la tragedia della Torre Piloti di Genova, il comandante della nave cargo Jolly Nero, Roberto Paoloni,  è stato condannato a 10 anni e 4 mesi (erano stati chieti 20 anni e 7 mesi), il primo ufficiale, Lorenzo Repetto, a 8 anni e 6 mesi (richiesti dieci anni e mezzo), il direttore di macchina, Franco Giammoro, a 7 anni (richiesti dieci anni e mezzo). Per tutti e tre il giudice, Silvia Carpanini, ha disposto l’interdizione dai pubblici uffici per la durata della pena. Condanna anche per il pilota del porto, Antonio Anfossi, a 4 anni e 2 mesi grazie alle attenuanti generiche (la richiesta era stata di dieci anni e sei mesi).
La compagnia Messina, proprietaria del Jolly Nero, è stata ritenuta responsabile solo dell’illecito amministrativo e condannata a pagare un milione  e 50.000 euro di sanzione. Tutti i condannati (Paoloni, Anfossi, Repetto e Giammoro) dovranno risarcire in solido i parenti delle 9 vittime per un importo di circa 6 milioni di euro.
Sono le condanne - lette ieri pomeriggio - per la tragedia della Torre Piloti del porto di Genova, abbattuta dalla nave della società Ignazio Messina il 7 maggio 2013. L’impatto con il Jolly Nero provocò 9 morti e 4 feriti. Tra le vittime c’era anche Davide Morella, 33 anni, di Biella, sottufficiale della Guardia costiera.
Il giudice ha invece assolto Giampaolo Olmetti (la richiesta era stata di 17 anni) e Cristina Vaccari, referenti della compagnia Messina.
In aula si è scatenata la rabbia dei parenti delle vittime, infuriati perché le richieste della Pubblica accusa erano state molto più pesanti. «Assassini, assassini - hanno gridato in coro - avete ucciso nove persone, non finisce qui».
Tra le parti civili compare anche l’avvocato biellese Alessandra Guarini, legale di Adele Chiello Tusa, mamma del giovane Giuseppe Tusa, il quale, smontando dal turno di guardia in ascensore, rimase intrappolato nella Torre crollata, annegando.

V.Ca.

Articolo di: giovedì, 18 maggio 2017, 7:22 p.

Brucia rifiuti nel salotto di casa rischiando di dare fuoco all' intero palazzo

Brucia rifiuti nel salotto di casa rischiando di dare fuoco all' intero palazzo

Ha rischiato di dar fuoco all'intero palazzo - un condominio di strada Regione Croce, a Chiavazza, nel quale vivono una ventina di famiglie - bruciando rifiuti nel salotto di casa. E quando sono arrivati Vigili del fuoco e Polizia si è rifiutato di aprire loro la porta di casa. Per questi motivi Christian Bazzeato, 43 anni, di Biella, è stato arrestato. L'uomo, che è(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Pista di atletica aperta la sera e nei fine settimana

Pista di atletica aperta la sera e nei fine settimana

BIELLA - Saranno Unione Giovane Biella, Bugella Sport e Biella Running, tre dei club che frequentano più assiduamente lo stadio La Marmora-Pozzo, a tenere aperte le porte della pista di atletica più a lungo rispetto agli orari attuali, compresi i fine settimana. Lo stabilisce una convenzione che la giunta ha approvato nella seduta di lunedì 19 febbraio e che(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Dopo il premio Attila, lavori al via a Vigliano

Dopo il premio Attila, lavori al via a Vigliano

VIGLIANO BIELLESE -  Sono iniziati i lavori per sistemare l’area lungo la via Milano dove il Comune ha deciso di togliere i pini marittimi, scatenando  la reazione di Legambiente  che ha assegnato al Comune il “Premio Attila”.  Radici invadenti. Gli alberi, nel tempo, con le loro radici avevano alterato notevolmente il sedime stradale, sollevandolo(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Edilnol Rugby, contro il Lecco vittoria di misura

Edilnol Rugby, contro il Lecco vittoria di misura

BASKET SERIE A2 OVEST - Niente da fare, Siena resta un campo tabù. L’Eurotrend si fa maltrattare (90-75), non dando mai l’impressione di poter impensierire i toscani. Nel finale arriva anche l’espulsione di Ferguson a causa di un doppio fallo tecnico. Deluso coach Michele Carrea: "Prestazione poco seria". Biella resta seconda. RUGBY SERIE B - Quel che certo,(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top