Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 26 settembre 2017
Articolo di: lunedì, 10 luglio 2017, 9:36 m.

L'addio a Roberto Mancin nella chiesa di Crocemosso

Il benzinaio morto a Pray in un incidente in moto

VALLE MOSSO - Si svolgerà domani pomeriggio alle 15 nella chiesa di Crocemosso, il funerale di Roberto Mancin, 69 anni, titolare con i figli della stazione di servizio Q8 di piazza Chiesa, morto sul colpo venerdì pomeriggio per le ferite riportate in un incidente stradale avvenuto lungo la Provinciale destra Sessera che collega Pray a Coggiola, all’altezza dell’ecocentro di località Nuova York. Il benzinaio, conosciuto e stimato in tutta la valle, viaggiava in sella ad una moto Honda 750 che - per cause al vaglio dei carabinieri - si è scontrata frontalmente con una Fiat Punto proveniente dall’opposta direzione di marcia, condotta da un pensionato di 67 anni che abita a Borgosesia. Si parla di un sorpasso azzardato da parte del motociclista. Ma in circostanze tragiche come questa, il condizionale appare d’obbligo.
«E’ una notizia che ha lasciato tutti senza parole - spiega il sindaco di Valle Mosso, Cristina Sasso -. Mancin era una vera istituzione per tutti noi...».
Per Gian Matteo Passuello, sindaco di Pray Biellese, «Roberto Mancin era una gran brava persona e un lavoratore instancabile...». Persona conosciuta e stimata in tutta la valle, Roberto Mancin era sposato con Rita Garbaccio ed era padre di due figli, Paola e Manuele. Da una vita gestiva la stazione di servizio che comprendeva anche il gommista e un’officina meccanica: un’attività che aveva sviluppato negli anni, alla quale erano subentrati i figli. Domani pomeriggio, la salma (del funerale se n’è occupata la “imprese funebri riunite Strobino e Irof”) arriverà in chiesa alle 15.

V.Ca.

Articolo di: lunedì, 10 luglio 2017, 9:36 m.
YOUKATA'

Con la pistola in pugno rapina la “Cassa” di Bra: arrestato

Con la pistola in pugno rapina la “Cassa” di Bra: arrestato

Da Biella a Bra per rapinare una banca. E’ stato catturato dai carabinieri, dopo un inseguimento durato poche manciate di minuti, Salvatore Caruso, pizzaiolo di 62 anni residente a Biella. L’uomo è un habitué delle rapine. In carcere, oltre a lui, è finito anche il suo complice, un disoccupato con il quale venerdì scorso ha messo a segno il colpo e(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

A Biella la Corsa della Speranza 2017

A Biella la Corsa della Speranza 2017

BIELLA - La Corsa della Speranza è un appuntamento da non perdere: è una passeggiata non competitiva e aperta a tutti, grandi e piccini, atleti, campioni e amatori. L'importante è partecipare per raggiungere tutti insieme lo stesso obiettivo: sconfiggere il cancro. É un'iniziativa che coniuga attività fisica, che significa salute, e speranza di trovare(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

E la Pedemontina va: Chiamparino conferma 120 milioni

E la Pedemontina va: Chiamparino conferma 120 milioni

L’annuncio è arrivato durante la cena di autofinanziamento del Partito Democratico di venerdì scorso (nella foto), direttamente dal Governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino. I soldi per la parte regionale (120 milioni di euro) della Pedemontina, il collegamento da Masserano a Ghemme, ci sono e verranno presto stanziati. Così il Biellese avrà il suo(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Una Biellese che può correre in testa

Una Biellese che può correre in testa

BIELLA - E’ della Biellese il primo big match di Eccellenza: i bianconeri hanno battuto il Verbania con un secco 3 a 0 (gol al 16' di Scavetta, al 37' e 48' Latta), maturato tutto nel secondo tempo, e si sono messi sulle tracce della capolista Arona che tira il gruppo con un solo punto di vantaggio. L’onore delle armi va comunque dato alla squadra ospite, di gran lunga la(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top