Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì e giovedì

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 24 febbraio 2018
Articolo di: sabato, 15 luglio 2017, 9:00 m.

Maxi rissa notturna sedata sul nascere

Sette coinvolti davanti a un bar del centro di Biella

BIELLA - Ha rischiato di finire veramente male un’accesa discussione in un bar del centro di Biella. Per fortuna, grazie all’intervento di un graduato della Polizia penitenziaria prima e di polizia e carabinieri poi, tutto è finito per il meglio, con tante scintille ma nessuna fiammata. Sono volati paroloni ad effetto, minacce anche pesanti. Ma di violenza fisica, per fortuna, non ce n’è stata.

Sarà il caldo di questi giorni, sarà la situazione economica disastrosa o forse la sola e nota vena litigiosa dei biellesi. Fatto sta che negli ultimi giorni si stanno registrando sempre più liti di ogni genere, da quelle familiari (l’altro giorno se ne sono contate ben sei con intervento provvidenziale dei carabinieri) a quelle dovute a qualche bicchiere di troppo oppure per beghe a volte veramente banali tra vicini o nei locali. Giovedì, poco prima di mezzanotte, una rissa di notevoli proporzioni è stata per fortuna solo sfiorata davanti al Bar Memory di via Trento. Poteva finire male dopo che un gruppo composto da sette persone di diverse nazionalità tra italiani, magrebini e rumeni, ha iniziato un’accesa discussione che è sfociata in spintoni e termini pesanti ancora all’interno del locale. Il litigio, scoppiato come capita il più delle volte per motivi banali, è quindi proseguita all’esterno del bar con i toni che si sono fatti sempre più accesi.
E' stato il fato a volere che proprio in quel momento passasse da quelle parti un assistente capo della Polizia penitenziaria, in servizio al Nucleo operativo di Biella. E’ stato lui a farsi avanti mostrando il tesserino a tutti, a dividere i più facinorosi e a ordinare ai peggiori di interrompere il litigio e di non muoversi. Nel contempo ha chiesto a tutti i documenti d’identità e ha chiesto l’ausilio, telefonando al numero d’emergenza “112”, di polizia e carabinieri che in una manciata di minuti sono confluiti in via Trento con una volante e una “gazzella”. Tutti i presenti sono stati identificati e riportati alla calma. Per fortuna l’intervento casuale del componente della Polpenitenziaria, ha evitato che qualcuno potesse farsi sul serio male.
V.Ca.

Articolo di: sabato, 15 luglio 2017, 9:00 m.

Scontro con dei cinghiali

Scontro con dei cinghiali

Incontro ravvicinato con un gruppo di cinghiali da parte di un automobilista di Biella l'altra sera intorno alle 19 lungo la strada del Maghettone, nei pressi del bivio per Ponderano. Numerosi cinghiali di varie dimensioni hanno attraversato la strada proprio in quel momento e l'automobilista ha investito in pieno il gruppo. Gli animali si sono allontanati mentre l'auto, una Fiat 500,(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Dormitorio, altri 25 posti al Belletti Bona

Dormitorio, altri 25 posti al Belletti Bona

BIELLA - Dopo tanta attesa è stato finalmente pubblicato il bando inerente la riqualificazione dello stabile comunale in via Belletti Bona per l’attivazione del servizio di accoglienza. Dunque l’ampliamento del dormitorio, così come promesso nei mesi scorsi, diventerà realtà. Il progetto definitivo ed esecutivo era stato approvato dalla giunta(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Dopo il premio Attila, lavori al via a Vigliano

Dopo il premio Attila, lavori al via a Vigliano

VIGLIANO BIELLESE -  Sono iniziati i lavori per sistemare l’area lungo la via Milano dove il Comune ha deciso di togliere i pini marittimi, scatenando  la reazione di Legambiente  che ha assegnato al Comune il “Premio Attila”.  Radici invadenti. Gli alberi, nel tempo, con le loro radici avevano alterato notevolmente il sedime stradale, sollevandolo(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Edilnol Rugby, contro il Lecco vittoria di misura

Edilnol Rugby, contro il Lecco vittoria di misura

BASKET SERIE A2 OVEST - Niente da fare, Siena resta un campo tabù. L’Eurotrend si fa maltrattare (90-75), non dando mai l’impressione di poter impensierire i toscani. Nel finale arriva anche l’espulsione di Ferguson a causa di un doppio fallo tecnico. Deluso coach Michele Carrea: "Prestazione poco seria". Biella resta seconda. RUGBY SERIE B - Quel che certo,(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top