Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 26 luglio 2017
Articolo di: mercoledì, 15 marzo 2017, 10:12 m.

Scoperta dalla Polstrada un’officina abusiva

Sequestrati veicoli e motori di provenienza sospetta

OCCHIEPPO INFERIORE -  La Squadra investigativa della Sezione Polizia Stradale di Biella, partendo da un’ordinaria attività di indagine inerente l’appropriazione indebita e il riciclaggio di autoveicoli, ha proceduto alla perquisizione di un complesso industriale in disuso in territorio di Occhieppo Inferiore e ha scoperto un’attività illecita che ha portato alla denuncia di tre uomini ai quali viene contestata una lunga serie di reati. Alla fine, gli investigatori sono riusciti a sequestrare 14 veicoli, 8 motori di autovetture e vari pneumatici di provenienza illecita, ma anche di scoprire molto altro. Durante l’attività, infatti, è emersa la presenza di un’officina di autoriparazioni abusiva, al cui interno erano stati depositati anche vari veicoli già gravati da fermi amministrativi e pignoramenti destinati allo smontaggio. Anche l’officina abusiva e tutte le attrezzature sono state sequestrate. Nello specifico, sono state elevate sanzioni pesantissime che variano dai 5.000 ai 20.000 euro.
Inoltre, durante la perquisizione è stata notata la presenza di un laboratorio per il trattamento di rifiuti tessili e una notevole quantità di scarti derivanti dall’illecita gestione degli stessi. Le successive indagini hanno permesso di individuare nel titolare di una nota azienda di filatura biellese, il responsabile del presunto conferimento illegale di rifiuti di lavorazione. Il materiale veniva affidato ai due soggetti che avevano la disponibilità dei capannoni industriali. Al momento, gli investigatori della Polstrada, hanno proceduto alla denuncia di un biellese di 47 anni, già gravato da precedenti penali, nonché, in concorso, un uomo di 59 anni di Torino. Entrambi risiedevano nello stabile dove l’irruzione dei poliziotti ha consentito di rilevare le presunte attività illecite.
L’imprenditore tessile denunciato ha 37 anni, abita a Biella ed è titolare di due attività.
Sulla possibilità che il materiale sequestrato possa aver inquinato il terreno e l’ambiente circostante, è stato interessato anche il personale dell’Arpa Piemonte che ha già avviato le verifiche di routine. Gli agenti della Polstrada stanno ora procedendo alla restituzione delle vetture recuperate agli aventi diritto. Le indagini non si sono ancora concluse.
V.Ca.

Articolo di: mercoledì, 15 marzo 2017, 10:12 m.
YOUKATA'

Rapinato distributore a Ponderano

Rapinato distributore a Ponderano

L'ha spintonata con forza e l'ha minacciata. Poi le ha rubato la borsa con l'incasso delle slot machine, del bar e del distributore, in tutto circa 25mila euro in contanti. Brutta avventura ieri sera intorno alle 20 per la benzinaia di 30 anni che da circa un anno gestisce con il marito bar e distributore di carburante "Repsol" che si affaccia lungo il Maghettone, in territorio del comune(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Al via il rifacimento delle strisce

Al via il rifacimento delle strisce

BIELLA - «Abbiamo deciso di investire 250mila euro apposta, perché non fosse una toppa messa dove c'era più urgenza ma un intervento che andasse a risolvere sistematicamente il problema». Marco Cavicchioli è tra i più soddisfatti della partenza del piano di rifacimento della segnaletica orizzontale in città. Il primo intervento è stato(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Rifugio Coda, una storia lunga 70 anni

Rifugio Coda, una storia lunga 70 anni

ALTA VALLE ELVO - Il rifugio Coda  compie settant’anni. Era il 1947 infatti, quando,  l’edificio venne costruito a 2280 metri d’altitudine, posto a mo’ spartiacque tra la Valle del Lys e la Valle dell’Elvo.  Tutto iniziò nell’estate del 1945, quando la sezione di Biella  del Cai tentò non senza difficoltà di far(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Roffino: «Cerco la strada giusta verso Tokio»

Roffino: «Cerco la strada giusta verso Tokio»

Le luci della ribalta del rinomato mezzofondo femminile biellese, nell’ultimo decennio tinto d’azzurro, in questo momento sono puntate su Valeria Roffino, 27enne, appena laureatasi campionessa italiana sulla distanza dei 5000 metri in pista, a sorpresa, perchè l’allieva di Clelia Zola veniva da due titoli consecutivi sui 3000 siepi. Erede della campionissima della(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top