Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 30 marzo 2017
Articolo di: mercoledì, 11 gennaio 2017, 11:37 m.

Sostegno all'imprenditoria, riaprono i termini per le domande di finanziamento a tasso agevolato

Per le nuove imprese e lavoratori autonomi

TORINO - Nelle prossime settimane le imprese piemontesi di nuova costituzione e i neo lavoratori autonomi potranno tornare a presentare domanda di finanziamento a tasso agevolato per la realizzazione di investimenti, per sostenere le spese legate all’attivazione e adeguamento di locali e impianti e per ottenere le garanzie per l’accesso al credito previste dalle legge regionale 34/2008 (Misure a favore dell’autoimpiego e della creazione d’impresa).

Lo stabilisce la delibera approvata il 9 gennaio dalla giunta Chiamparino su proposta dell’assessore al Lavoro Gianna Pentenero che, a seguito dell’entrata in vigore della legge 23/2015 di Riordino delle funzioni amministrative delle province, ridefinisce le modalità di presentazione delle domande e le procedure di concessione dei finanziamenti a imprese e lavoratori autonomi. Le attività legate alla ricezione delle domande e alla loro istruttoria vengono infatti trasferite dalle province e da Città Metropolitana alla Direzione Coesione Sociale della Regione Piemonte, che gestisce anche direttamente la concessione o l’eventuale revoca dei finanziamenti a tasso agevolato, prima affidati a FinPiemonte. A quest’ultima restano le competenze di carattere finanziario: acquisizione delle delibere bancarie, verifica della rendicontazione delle spese finanziate, vigilanza sui piani di ammortamento.

Un successivo atto regionale definirà nel dettaglio tempi e modalità per la richiesta degli incentivi, a cui si potrà far domanda, indicativamente, a partire dai primi di aprile. A poter accedere al finanziamento a tasso agevolato saranno, lo ricordiamo, società individuali, di persone, di capitali e a responsabilità limitata semplificata che nella loro composizione abbiano soggetti appartenenti ad almeno una di queste categorie: inoccupati e disoccupati in cerca di occupazione; occupati con contratti di lavoro che prevedono prestazioni discontinue o a rischio di disoccupazione; persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale; soggetti che intendono intraprendere un'attività di autoimpiego. Le domande di finanziamento devono essere presentate nel caso delle imprese, entro 24 mesi dalla data di costituzione e nel caso dei lavoratori autonomi entro 24 mesi dall’attribuzione della partita Iva.

Il finanziamento a tasso agevolato, che va da un minimo di 10 mila a un massimo di 120 mila euro per le imprese e da un minimo di 5 mila a un massimo di 60 mila euro per i lavoratori autonomi, copre fino al 100 per cento degli investimenti e delle spese ritenute ammissibili ed è composto al 60 per cento da fondi regionali a tasso zero (e al 40 da fondi bancari a tasso convenzionato) se a beneficiarne sono imprese a conduzione o a prevalente partecipazione femminile o lavoratrici autonome. In tutti gli altri casi il finanziamento è composto al 50 per cento da fondi regionali a tasso zero e al 50 da fondi bancari a tasso convenzionato. La delibera prevede inoltre la possibilità per le imprese e i lavoratori autonomi di accedere a un fondo di garanzia per facilitare l’accesso ai fondi bancari.

"Quella approvata oggi – commenta l’assessore al Lavoro Gianna Pentenero – è una misura molto attesa in quanto garantisce sostegno finanziario alle imprese di nuova costituzione e ai neo imprenditori autonomi che operano in tutti i settori dell’economia piemontese, ad eccezione di quello agricolo. Insieme alle misure, già attive, per  favorire la creazione di start up innovative, spin off della ricerca pubblica, e al bando per l’attivazione degli sportelli per la creazione d’impresa, la delibera si inserisce in un ampio quadro di interventi a sostegno dell’imprenditoria e del lavoro autonomo. Sottolineo inoltre positivamente – conclude l’assessore – l’attenzione che il provvedimento riserva alle imprese guidate da donne. 

Articolo di: mercoledì, 11 gennaio 2017, 11:37 m.
YOUKATA'

Liste d’attesa, il piano per abbatterle

Liste d’attesa, il piano per abbatterle

Prende il via il piano per la riduzione delle liste d’attesa nella specialistica ambulatoriale. Un tema assai sentito da tutti i cittadini. Lunedì mattina la giunta regionale ha approvato la delibera presentata dall’assessore alla sanità Antonio Saitta, con cui si fissano gli interventi che saranno intrapresi da Regione e aziende sanitarie: revisione delle agende di(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Migranti nell’ex Coggiola e a Magnano

Migranti nell’ex Coggiola e a Magnano

BIELLA - Si sono concluse ieri le operazioni di verifica delle offerte presentate in merito al bando per l’accoglienza in Provincia di Biella, per un totale di 875 posti destinati a chi chiede protezione internazionale. L’apposita commissione prefettizia ha individuato come ufficiali 985 posti, suddividendoli tra i vari operatori che hanno presentato le offerte. La cooperativa(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Ladri scatenati anche in macelleria

Ladri scatenati anche in macelleria

Oltre alle solite abitazioni, stavolta i ladri hanno preso di mira due attività commerciali creando un danno non da poco. Sono persino entrati in una macelleria dove, oltre ai soldi, hanno rubato anche un’impastatrice e un’affettatrice professionali di notevole valore. I ladri hanno scelto bene. Sono entrati, dopo aver forzato una porta sul retro, nel negozio “I(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Angelico senza avversari: è strapotere

Angelico senza avversari: è strapotere

Al Ponte Grande di Ferentino, l’unica grande è l’Angelico. Trascinata (neanche a dirlo) da Mike Hall, Biella ha reso piccoli i giganti amaranto che rispondono ai nomi di Bj Raymond, Angelo Gigli e Ivica Radic (in campo tutti insieme). Alla sirena è 63-72. A quattro gare dalla fine Tortona resta a -4 e perfino Virtus Bologna e Treviso, nell’altro girone,(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top