Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 26 luglio 2017
Articolo di: giovedì, 20 aprile 2017, 10:44 m.

Tracciolino e Baraggia a fuoco

A Quaregna un albero trancia i cavi dell’alta tensione

E’ divampato in pochi istanti e si è propagato ancor più rapidamente l’incendio che ieri ha invaso il Tracciolino. A causa del forte vento la direzione delle fiamme continuava a mutare e il rogo si è avvicinato inesorabilmente a tre cascine. Nel pomeriggio il fuoco è divampato anche in Baraggia, nella zona tra Mottalciata e Villanova Biellese. Per fortuna in entrambi i casi nessuno è rimasto ustionato né intossicato. 
In montagna l’allarme è scattato di mattina. Al Tracciolino, tra la Muanda e località Ronchetta, sono arrivati i Vigili del Fuoco i volontari dell’Aib, il Corpo anti incendi boschivi. Una trentina gli operatori del soccorso che hanno lavorato dalla mattina fino a pomeriggio inoltrato. L’incendio ha interessato un’area di circa tre ettari di bosco, sottobosco e pascolo. Anche da Biella si è vista la colonna di fumo bianco salire verso il cielo. 
In Baraggia l’allarme è scattato poco dopo le 16.30. Una ventina i volontari, tra Aib e pompieri, che sono stati impegnati nello spegnimento delle fiamme che, a causa delle raffiche di vento, si sono propagare a sterpaglie e sottobosco interessando, in pochi istanti, oltre un ettaro di terreno. Meno esteso il rogo divampato a Soprana, in frazione Baltigati, dove hanno preso fuoco sterpaglie e sottobosco e l’incendio che si è sviluppato a Coggiola, lato strada, dove sono bruciate altre sterpaglie.
Il giorno prima, martedì, Vigili del fuoco e volontari del Corpo antincendi boschivi sono intervenuti anche a Curino, a pochi passi dalla diga Asei, dove è bruciato un chilometro circa di arbusti e sterpaglie.
Sempre martedì carabinieri e Vigili del fuoco sono dovuti intervenire, insieme ai tecnici dell’Enel, in via Avogadro, a Quaregna, dove, a causa del forte vento, un albero di alto fusto è caduto sui cavi dell’alta tensione. I cavi della linea elettrica si sono appoggiati sulla strada, rappresentando un vero pericolo per passanti e automobilisti. 
Danni importanti, martedì pomeriggio, a Ponderano e Cerrione, dove le forti raffiche di vento hanno scoperchiato un’abitazione di via Blana a Ponderano e un capannone di Cerrione, in via Monte Bianco. 
Sono circa una decina gli alberi caduti sulle strade, nei comuni di Lessona, Mongrando e Casapinta. In tutti i casi sono intervenuti i Vigili del fuoco per portare la situazione alla normalità.
Secondo le previsioni di Arpa Piemonte, l’agenzia regionale per la protezione ambientale, il vento, da oggi,  dovrebbe calare e le temperature  alzarsi di qualche grado. Per oggi sono previsti cielo sereno e precipitazioni assenti. I venti saranno moderati da nord ovest a tutte le quote. La temperatura minima sarà di 6 gradi centigradi e la massima di 15. Domani, venerdì, il cielo sarà ancora sereno e le precipitazioni assenti. Lo zero termico sarà in aumento fino a 2500 metri in serata. I  venti saranno deboli o localmente moderati da nord e nord est. Temperatura minima prevista di 6 gradi centigradi, massima di 17 gradi. Sabato, 22 aprile, il cielo sarà cielo soleggiato e le precipitazioni ancora assenti. Lo zero termico sarà in ulteriore aumento, i venti saranno moderati sulle Alpi e deboli in pianura.

Shama Ciocchetti

Articolo di: giovedì, 20 aprile 2017, 10:44 m.
YOUKATA'

Rapinato distributore a Ponderano

Rapinato distributore a Ponderano

L'ha spintonata con forza e l'ha minacciata. Poi le ha rubato la borsa con l'incasso delle slot machine, del bar e del distributore, in tutto circa 25mila euro in contanti. Brutta avventura ieri sera intorno alle 20 per la benzinaia di 30 anni che da circa un anno gestisce con il marito bar e distributore di carburante "Repsol" che si affaccia lungo il Maghettone, in territorio del comune(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Al via il rifacimento delle strisce

Al via il rifacimento delle strisce

BIELLA - «Abbiamo deciso di investire 250mila euro apposta, perché non fosse una toppa messa dove c'era più urgenza ma un intervento che andasse a risolvere sistematicamente il problema». Marco Cavicchioli è tra i più soddisfatti della partenza del piano di rifacimento della segnaletica orizzontale in città. Il primo intervento è stato(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Rifugio Coda, una storia lunga 70 anni

Rifugio Coda, una storia lunga 70 anni

ALTA VALLE ELVO - Il rifugio Coda  compie settant’anni. Era il 1947 infatti, quando,  l’edificio venne costruito a 2280 metri d’altitudine, posto a mo’ spartiacque tra la Valle del Lys e la Valle dell’Elvo.  Tutto iniziò nell’estate del 1945, quando la sezione di Biella  del Cai tentò non senza difficoltà di far(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Roffino: «Cerco la strada giusta verso Tokio»

Roffino: «Cerco la strada giusta verso Tokio»

Le luci della ribalta del rinomato mezzofondo femminile biellese, nell’ultimo decennio tinto d’azzurro, in questo momento sono puntate su Valeria Roffino, 27enne, appena laureatasi campionessa italiana sulla distanza dei 5000 metri in pista, a sorpresa, perchè l’allieva di Clelia Zola veniva da due titoli consecutivi sui 3000 siepi. Erede della campionissima della(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top