Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 26 settembre 2017
Articolo di: lunedì, 17 luglio 2017, 11:01 m.

Tre “furbetti” anche alla Forestale

Si ipotizza la truffa ai danni dello Stato. Già trasferiti gli interessati

I “furbetti del cartellino” ci sarebbero anche nell’Arma dei carabinieri, tra i nuovi arrivati dell’ex Corpo forestale dello Stato, cancellato il 1° gennaio scorso dopo 124 anni di storia dalla riforma voluta dal ministro Marianna Madia. E’ in dirittura d’arrivo un’inchiesta che vede almeno tre indagati tra gli ex forestali che ora si sono trasformati in componenti del “Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare dei Carabinieri”. A Biella la sua sede è in via Pietro Micca, proprio di fronte allo storico negozio di abbigliamento “Moda Young”. Lo speciale nucleo è coordinato dal comandante ad interim con Vercelli, Maurizio Olivieri, ex vice questore aggiunto della Forestale ed ora, dopo la riforma che l’ha trasformato in un militare, alla guida dello speciale nucleo ambientale con il grado di colonnello. Contattato in merito all’inchiesta che riguarderebbe dei componenti del suo comando, l’ufficiale non ha voluto rilasciare nessun tipo di commento.

Come capita di norma in casi giudiziari che riguardano componenti delle forze dell’ordine, i presunti “panni sporchi” sono stati lavati in casa. Ad indagare sui tre ex forestali sono stati direttamente altri carabinieri, quelli della Sezione che lavora in Procura, coordinati dal maresciallo Tindaro Gullo, specialisti tra l’altro di reati come quelli contro le cosiddette “fasce deboli” e di fianco ai magistrati nelle indagini più delicate in generale. Avrebbe inoltre collaborato nelle indagini anche un reparto della stessa ex Forestale.
I tre indagati avrebbero già ricevuto l’avviso di garanzia e avrebbero dunque già ben chiara la loro posizione di iscritti sul registro delle notizie di reato. Tutti e tre, inoltre, sono stati trasferiti ad altra sede. L’ipotesi di reato che viene loro contestata è molto grave per un pubblico ufficiale: truffa ai danni dello Stato. Si attende ora solamente ciò che in gergo è noto come “415 bis”, l’avviso di chiusura delle indagini che potrebbe sfociare, al termine dei tempi tecnici di venti giorni concessi agli indagati per presentare eventuali memorie difensive, nella richiesta di rinvio a giudizio.

Valter Caneparo

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 17 luglio 2017

Articolo di: lunedì, 17 luglio 2017, 11:01 m.
YOUKATA'

Incendio sul monte Cucco

Incendio sul monte Cucco

Una squadra del Corpo Antincendi boschivi sta intervenendo, con quattro volontari, sul monte Cucco nel comune di Biella, per un incendio di sterpaglie. "L'intervento - fanno sapere gli uomini del Corpo Aib - è particolarmente difficoltoso a causa della presenza di rocce".

continua »

Altre notizie di questa categoria »

A Biella una settimana di eventi contro le barriere architettoniche

A Biella una settimana di eventi contro le barriere architettoniche

BIELLA - Iniziano oggi gli eventi organizzati in città in occasione della giornata nazionale per l'abbattimento delle barriere architettoniche, che ricorre domenica 1 ottobre. Le iniziative sono frutto della collaborazione tra assessorati all'istruzione e cultura, edilizia pubblica e parchi e giardini, Ufficio scolastico provinciale e Commissione Barriere. Lo slogan della giornata(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

E la Pedemontina va: Chiamparino conferma 120 milioni

E la Pedemontina va: Chiamparino conferma 120 milioni

L’annuncio è arrivato durante la cena di autofinanziamento del Partito Democratico di venerdì scorso (nella foto), direttamente dal Governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino. I soldi per la parte regionale (120 milioni di euro) della Pedemontina, il collegamento da Masserano a Ghemme, ci sono e verranno presto stanziati. Così il Biellese avrà il suo(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Una Biellese che può correre in testa

Una Biellese che può correre in testa

BIELLA - E’ della Biellese il primo big match di Eccellenza: i bianconeri hanno battuto il Verbania con un secco 3 a 0 (gol al 16' di Scavetta, al 37' e 48' Latta), maturato tutto nel secondo tempo, e si sono messi sulle tracce della capolista Arona che tira il gruppo con un solo punto di vantaggio. L’onore delle armi va comunque dato alla squadra ospite, di gran lunga la(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top