Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì e giovedì

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
Articolo di: lunedì, 17 luglio 2017, 11:01 m.

Tre “furbetti” anche alla Forestale

Si ipotizza la truffa ai danni dello Stato. Già trasferiti gli interessati

I “furbetti del cartellino” ci sarebbero anche nell’Arma dei carabinieri, tra i nuovi arrivati dell’ex Corpo forestale dello Stato, cancellato il 1° gennaio scorso dopo 124 anni di storia dalla riforma voluta dal ministro Marianna Madia. E’ in dirittura d’arrivo un’inchiesta che vede almeno tre indagati tra gli ex forestali che ora si sono trasformati in componenti del “Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare dei Carabinieri”. A Biella la sua sede è in via Pietro Micca, proprio di fronte allo storico negozio di abbigliamento “Moda Young”. Lo speciale nucleo è coordinato dal comandante ad interim con Vercelli, Maurizio Olivieri, ex vice questore aggiunto della Forestale ed ora, dopo la riforma che l’ha trasformato in un militare, alla guida dello speciale nucleo ambientale con il grado di colonnello. Contattato in merito all’inchiesta che riguarderebbe dei componenti del suo comando, l’ufficiale non ha voluto rilasciare nessun tipo di commento.

Come capita di norma in casi giudiziari che riguardano componenti delle forze dell’ordine, i presunti “panni sporchi” sono stati lavati in casa. Ad indagare sui tre ex forestali sono stati direttamente altri carabinieri, quelli della Sezione che lavora in Procura, coordinati dal maresciallo Tindaro Gullo, specialisti tra l’altro di reati come quelli contro le cosiddette “fasce deboli” e di fianco ai magistrati nelle indagini più delicate in generale. Avrebbe inoltre collaborato nelle indagini anche un reparto della stessa ex Forestale.
I tre indagati avrebbero già ricevuto l’avviso di garanzia e avrebbero dunque già ben chiara la loro posizione di iscritti sul registro delle notizie di reato. Tutti e tre, inoltre, sono stati trasferiti ad altra sede. L’ipotesi di reato che viene loro contestata è molto grave per un pubblico ufficiale: truffa ai danni dello Stato. Si attende ora solamente ciò che in gergo è noto come “415 bis”, l’avviso di chiusura delle indagini che potrebbe sfociare, al termine dei tempi tecnici di venti giorni concessi agli indagati per presentare eventuali memorie difensive, nella richiesta di rinvio a giudizio.

Valter Caneparo

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 17 luglio 2017

Articolo di: lunedì, 17 luglio 2017, 11:01 m.

Brucia rifiuti nel salotto di casa rischiando di dare fuoco all' intero palazzo

Brucia rifiuti nel salotto di casa rischiando di dare fuoco all' intero palazzo

Ha rischiato di dar fuoco all'intero palazzo - un condominio di strada Regione Croce, a Chiavazza, nel quale vivono una ventina di famiglie - bruciando rifiuti nel salotto di casa. E quando sono arrivati Vigili del fuoco e Polizia si è rifiutato di aprire loro la porta di casa. Per questi motivi Christian Bazzeato, 43 anni, di Biella, è stato arrestato. L'uomo, che è(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Pista di atletica aperta la sera e nei fine settimana

Pista di atletica aperta la sera e nei fine settimana

BIELLA - Saranno Unione Giovane Biella, Bugella Sport e Biella Running, tre dei club che frequentano più assiduamente lo stadio La Marmora-Pozzo, a tenere aperte le porte della pista di atletica più a lungo rispetto agli orari attuali, compresi i fine settimana. Lo stabilisce una convenzione che la giunta ha approvato nella seduta di lunedì 19 febbraio e che(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Dopo il premio Attila, lavori al via a Vigliano

Dopo il premio Attila, lavori al via a Vigliano

VIGLIANO BIELLESE -  Sono iniziati i lavori per sistemare l’area lungo la via Milano dove il Comune ha deciso di togliere i pini marittimi, scatenando  la reazione di Legambiente  che ha assegnato al Comune il “Premio Attila”.  Radici invadenti. Gli alberi, nel tempo, con le loro radici avevano alterato notevolmente il sedime stradale, sollevandolo(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Edilnol Rugby, contro il Lecco vittoria di misura

Edilnol Rugby, contro il Lecco vittoria di misura

BASKET SERIE A2 OVEST - Niente da fare, Siena resta un campo tabù. L’Eurotrend si fa maltrattare (90-75), non dando mai l’impressione di poter impensierire i toscani. Nel finale arriva anche l’espulsione di Ferguson a causa di un doppio fallo tecnico. Deluso coach Michele Carrea: "Prestazione poco seria". Biella resta seconda. RUGBY SERIE B - Quel che certo,(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top