Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 21 luglio 2017
Articolo di: mercoledì, 11 gennaio 2017, 11:45 m.

Uccide dei caprioli: denunciato cacciatore

Fermato da guardacaccia e carabinieri in un bosco di Curino

CREVACUORE - Aveva già ucciso due caprioli durante la prima giornata di apertura alla caccia “di selezione” a questi ungulati. A sorprendere un cacciatore milanese di 75 anni e a farlo finire nei guai, intorno alle 13 dell’altro ieri, è stato un guardacaccia che ha chiesto l’ausilio dei carabinieri. Il presunto bracconiere è stato fermato e controllato nella zona di cantone Olzera Superiore, in territorio di Curino. Alla fine è stato denunciato sia per la violazione di alcuni articoli della legge in materia che regola l’attività venatoria, sia perché trovato in possesso di un apparecchio radio-scanner (in grado di ascoltare e di intromettersi nelle comunicazioni delle forze dell’ordine) non consentito. I carabinieri mantengono per ora sulla vicenda un discreto riserbo. Non è pertanto chiaro se il cacciatore milanese non fosse autorizzato a partecipare all’appuntamento venatorio oppure avesse abbattuto più capi di quanto fosse consentito dal regolamento. All’attempato cacciatore, è stato comunque sequestrato il fucile di precisione e gli è stata ritirata la licenza di porto d’arma. I carabinieri hanno già inoltrato richiesta di revoca del documento.

La caccia “di selezione” ai caprioli, è un appuntamento venatorio consolidato ed è prevista dalla legge (sia nazionale sia regionale). Risponde a regole molto ferree e precise e non può essere praticata da tutti. Il Piemonte, peraltro, è una delle regioni in cui il “prelievo” venatorio degli ungulati è tra i più regolamentati e monitorati. Le modalità sono dettate da rigide regole di convivenza faunistica, della salvaguardia alle colture e dal rischio crescente di incidenti stradali. Basti pensare che nella sola provincia di Biella l’importo totale dei danni provocati da investimenti di capriolo e di cinghiale ammonta a decine e decine di migliaia di euro con circa 150 incidenti complessivi.

Quest’anno, in provincia di Biella, sono previste cinque uscite di caccia al capriolo. Il primo appuntamento si è chiuso l’altro giorno, il secondo è previsto per il 28 gennaio. In caso di completamento del piano di tiro prima della scadenza, potrebbe essere deciso un termine anticipato.

Intanto, nei giorni scorsi, sono arrivate diverse lamentele di cittadini e di associazioni ambientaliste, che segnalano spari provenienti da zone boschive anche durante la notte. Non si tratta di bracconieri bensì delle squadre autorizzate all’abbattimento dei cinghiali per il contenimento del loro numero. Oltre alle battute vere e proprie organizzate nei boschi da squadre composte per regolamento da un notevole numero di cacciatori, si stanno organizzando tutte le altane (tipiche torrette) disponibili sia per l’avvistamento sia per la caccia stessa dei cinghiali.

V.Ca.

Articolo di: mercoledì, 11 gennaio 2017, 11:45 m.
YOUKATA'

Disastro in Valsessera: 5 anni e 4 mesi

Disastro in Valsessera: 5 anni e 4 mesi

BIELLA - Cinque anni e quattro mesi di reclusione (pena già scontata di un terzo per effetto della scelta del rito abbreviato) più il risarcimento del danno alle costituite parti civile - due sole sulle ben quindici individuate dalla piemme Mariaserena Iozzo - da liquidarsi in separato giudizio: è la condanna inflitta ieri mattina a Franco Machetto, che compirà 47(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Teatro Odeon, arriva il cinema in 3D

Teatro Odeon, arriva il cinema in 3D

BIELLA - L’annuncio renderà felici soprattutto gli appassionati cinefili di ultima generazione, ma non solo: «Tra fine estate e inizio autunno, al Teatro Odeon rinnoveremo la sala attrezzandola alla visione in 3D, con tecnologia di ultima generazione. Potremo così finalmente soddisfare le richieste che la sola Sala 2 del Mazzini in alcune occasioni non riusciva(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Protesta di 40 migranti: «Dateci i soldi che ci spettano»

Protesta di 40 migranti: «Dateci i soldi che ci spettano»

PORTULA - Da mesi, difficile dire quanti, non ricevono il contributo che per legge dovrebbe essere loro dovuto. Due euro e mezzo al giorno, da spendere per le loro esigenze personali. Ricariche telefoniche, un salto al bar. Quel che desiderano. Giorni e giorni in cui la cifra, quotidiamente quasi irrisoria, ha finito per moltiplicarsi sino a creare una somma tutt’altro che(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Eurotrend Biella, ufficiale l'arrivo di Tim Bowers

Eurotrend Biella, ufficiale l'arrivo di Tim Bowers

BIELLA - Eurotrend Pallacanestro Biella comunica di aver sottoscritto un contratto annuale con opzione sulla stagione 2018-19 con l'atleta Timothy Jermaine Bowers, guardia di 188 cm proveniente dall'Aurora Basket Jesi. Nato a Wis, Milwaukee (Stati Uniti), il 9 gennaio 1982, Tim esce nel 2004 dalla Mississippi State University con una media, registrata nell'ultima stagione, di 15 punti, 4(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top