Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 17 dicembre 2017
Articolo di: mercoledì, 06 dicembre 2017, 10:20 m.

Una “rete” per fermare i cinghiali

Accordo tra Provincia di Novara, ente parco del Ticino (con Bessa e Burcina) e Atc

Una “rete” contro i cinghiali. Per cercare di arginare un problema che sta diventando sempre più pressante per gli agricoltori. Questo il senso della convenzione presentata in Provincia a Novara, protagonisti l’Ente di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore (ente che comprende anche Baragge, Bessa e Burcina) e Atc (Ambito territoriale di caccia). «Una collaborazione inedita - ha detto il consigliere provinciale con delega alla Fauna selvatica, Stefano Zanzola - che ci consentirà di avere risultati migliori, soprattutto nelle zone più critiche, quelle nella fascia a margine del Parco. Certo non ci illudiamo di risolvere il problema, ma certo è una bella risposta di sinergia».

Un passo avanti notevole, anche secondo il presidente della Provincia Matteo Besozzi, «che mette in rete le forze e che sta già dando i primi frutti nell’ottica di limitare i danni agli agricoltori». Finora infatti, le azioni di contenimento dei cinghiali erano state messe in atto in maniera autonoma sia dalla Provincia, sia dal Parco: ciascuno dei due Enti dispone di un piano di controllo. «Per poter ottimizzare gli sforzi ed evitare che gli animali possano spostarsi da una zona all’altra, vanificando i risultati ottenibili - ha detto Zanzola - si è resa necessaria una condivisione del problema tra tutti i soggetti interessati». Il primo step, ha ricordato il presidente dell’Ente Parco Adriano Fontaneto, «è stato un tavolo tecnico tra Parco, Provincia, Atc e associazioni di categoria degli agricoltori, per costruire un percorso sinergico e riuscire così a dare risposte effettive ai problemi lamentati dagli agricoltori. Il tutto con la supervisione di Prefettura e Carabinieri Forestale, perché si tratta comunque di una materia delicata, in cui occorrono regole certe». Anche perché - ha ribadito il biellese Paolo Seitone, consigliere del Parco e rappresentante delle associazioni agricole - «quello dei cinghiali è un fenomeno molto pericoloso, anche dal punto di vista della sicurezza stradale».

La convenzione stipulata, che avrà validità fino al dicembre 2018, prevede la stesura di un calendario di interventi da effettuarsi due giorni la settimana con la tecnica della “girata” (una battuta di caccia con la presenza di un cane “limiere” e un numero massimo di 12 cacciatori, ndr), il martedì e venerdì, sotto il coordinamento del personale del Parco e con la partecipazione della Polizia provinciale e di due agenti messi a disposizione dall’Atc. «Le uscite sono iniziate il 3 novembre e proseguiranno fino al 20 dicembre, per poi riprendere a febbraio - ha detto Angelo Ongaro, responsabile della gestione e del contenimento della fauna selvatica del Parco - La professionalità messa a disposizione dall’Atc ci ha dato una grossa mano».
R.E.B.

Articolo di: mercoledì, 06 dicembre 2017, 10:20 m.

180 tonnellate di sale contro il ghiaccio

180 tonnellate di sale contro il ghiaccio

BIELLA - La neve e il gelo sono arrivati anche a Biella e provincia e l'Amministrazione comunale non si è fatta trovare impreparata.  Il piano è scattato in anticipo rispetto all'arrivo della perturbazione per pre-trattare le strade con il sale. Dalle prime ore del mattino di lunedì gli spargisale hanno continuato a percorrere la città, aiutati a partire(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Il Biellese culturale è dinamico, ma privo di coordinamento

Il Biellese culturale è dinamico, ma privo di coordinamento

Alcuni appuntamenti culturali di questi ultimi giorni inducono a riflettere sullo stato dell’arte di una realtà, quella culturale biellese, che si presenta attiva, ma disomogenea e disorganica. La situazione odierna è senza dubbio dinamica e stimolante, ma ancora vistosamente penalizzata dall’assenza di un coordinamento strutturale e di una regia territoriale.(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

La truffa del vino riesce ancora una volta

La truffa del vino riesce ancora una volta

BIELLA - E’ sempre lui, la descrizione corrisponde. Il truffatore delle bottiglie di vino che si fa pagare fior di quattrini per scatole vuote oppure bottiglie di acqua sporca o vino scadente, è un uomo sulla cinquantina o poco più, capelli scuri brizzolati, alto, di corporatura robusta e con l’accento piemontese. Non è una brava persona come potrebbe(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

Gli auguri sportivi alla Domus

Gli auguri sportivi alla Domus

SAGLIANO MICCA - Sarà, come tutti gli anni, una grande festa quella di domani pomeriggio alla Domus Laetitiae di Sagliano Micca, dove andrà in scena la tradizionale kermesse legata agli auguri sportivi. E gli organizzatori, anche quest’anno, sono riusciti a piazzare un vero e proprio colpo da maestri. Sarà infatti presente Giulia Quintavalle (nella foto),(...)

continua »

Altre notizie di questa categoria »

 
 
^ Top