Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 22 agosto 2017

Basket, al Forum il #BiellaFamily Day

| Sport BIELLA - E' in programma domani, martedì 22 agosto, il #BiellaFamily Day, una giornata intera che l'Eurotrend dedica ai suoi tifosi. Al Forum l'iniziativa si svilupperà in due distinti momenti. Nella prima parte, al mattino, al termine della seduta di allenamento della squadra, coach Michele Carrea e il general manager Marco Sambugaro presenteranno il nuovo roster e il programma della preseason agli organi di informazione. I tifosi potranno assistere alla conferenza stampa dalle 11.30 su Biella Channel , LIVE, in streaming sull'Official Facebook Page di PallacanestroBiella.  Al pomeriggio appuntamento dedicato ai tifosi. Dalle ore 17 il Forum aprirà i suoi cancelli (in tribuna verde): per tutti, la possibilità di salutare la squadra e assistere dagli spalti all'allenamento di coach Michele Carrea, il terzo sul parquet. Intorno alle ore 19, conclusa la seduta, sessione di autografi e foto sul campo. Dalle ore 19.30, infine, il meet&greet si sposterà in pizzeria, nella famigliare cornice del Ristorante “Fratelli La Bufala” del Centro Commerciale “Gli Orsi”, a due passi dal palazzetto. Sarà l'occasione per cenare insieme a giocatori e staff e augurare al gruppo rossoblù “buona stagione” e “buon lavoro”, a poche ore dalla partenza per il ritiro di Bielmonte. Il Club consiglia ai tifosi interessati a partecipare alla serata in pizzeria di prenotare il proprio tavolo chiamando il Ristorante “Fratelli La Bufala” al numero di telefono 015 2538539, oppure mandando una mail all'indirizzo flb-biella@fratellilabufala.com.    

Domenica si celebra l'anniversario dell'incoronazione della Madonna di Oropa

| Territorio BIELLA - Si celebreranno domenica 27 agosto l'annuale ricorrenza di patronato della città di Biella e l'anniversario dell'incoronazione della Madonna di Oropa. L'appuntamento al santuario è alle 9 con il ricevimento presso il Padiglione Reale. Seguiranno alle 9,30 l'annuale rievocazione della chiusura e apertura dei cancelli, alle 10 la processione e solenne celebrazione eucaristica sul sagrato della Basilica Superiore e alle 11.45 nella Sala Frassati l'incontro con il Comitato per la V incoronazione della Madonna di Oropa, in programma nel 2020, a 100 anni dall'ultima volta.L’Amministrazione del Santuario mette a disposizione dei fedeli un autobus con partenza alle 8,30 da piazza La Marmora, con una seconda fermata davanti al Seminario, e ritorno alle 17 con partenza dal piazzale inferiore davanti ai cancelli del Santuario.

A Biella cresce ancora la raccolta differenziata

| Biella Città BIELLA - Continua ad aumentare la quota di rifiuti differenziati in città. Se infatti nel 2016 la raccolta non aveva raggiunto, anche se di poco, il 70 %, nel primo semestre 2017 la percentuale di rifiuti riciclati ha raggiunto il 71,67%. È una crescita dell'1,77% rispetto al 69,9% con cui si era chiuso l'anno scorso.  La tendenza alla crescita è più marcata negli ultimi mesi: maggio e giugno si sono chiusi oltre il 72%. L’incremento è distribuito su più settori: la carta (+0,3%), la plastica (+0,8%), gli ingombranti (+0,7%), l’organico (+0,6%), il vetro (+0,8%), mentre sono diminuiti i rifiuti in discarica (-1,9%), lo spazzamento (-0,3%) e il cartone commerciale (-0,2%). Anche la produzione complessiva dei rifiuti del semestre è in lieve calo (-1,90%) con una riduzione dei conferimenti in discarica di circa 240 tonnellate rispetto al primo semestre 2016, un dato che automaticamente significa un risparmio per le casse pubbliche.«Superata la campagna del 65% che era l'obiettivo europeo dal 2012 - spiega l'assessore all'ambiente Diego Presa - la città mette nel mirino ora un nuovo obiettivo, quello del 75%, puntando soprattutto sull’organico. Si tratta di un milione di chili di scarto da cibo che ancora oggi non viene correttamente differenziato. La quantità di organico raccolta, tra verde e scarto alimentare, è ovviamente significativa, e vale già poco meno di un quarto della produzione totale di rifiuti. Ma si può fare di più, considerato che in media i soli scarti alimentari superano il 30% dei rifiuti che giornalmente produciamo. Come già ricordato in bolletta, considerato che mettere lo scarto del cibo nell’indifferenziata costa caro, quasi un euro al chilo, sembra ragionevole confidare in un progressivo ulteriore miglioramento della raccolta».L'assessore è convinto che anche gli accorgimenti più banali possano dare risultati. Un esempio? Le briciole che restano dopo pranzi e cene: «Se le 23mila utenze di Biella, corrispondenti ad altrettante famiglie, producessero 20 grammi al giorno di briciole o scarto da spazzamento, polvere compresa, e le mettessero nel contenitore verde dell’organico e non in quello marrone dell’indifferenziata, avremmo una maggiore produzione differenziata pari a 167 tonnellate. Diventerebbero ancora di più se pensassimo alle mense, ai ristoranti e alle comunità di rilevante dimensione».

Come viaggiare sicuri in treno

| Generale Anche quest’anno la Polizia Ferroviaria tramite il sito web della Polizia di Stato fornisce alcuni suggerimenti per viaggiare tranquilli e senza complicazioni in treno. In previsione di un aumento di viaggiatori durante la stagione estiva, ogni giorno la Polfer, con l’impiego di circa 1.600 operatori, potenzierà i servizi di vigilanza nelle stazioni con 650 pattuglie, garantendo la presenza su oltre 350 treni. Questi i consigli per spostarsi tranquillamente nelle stazioni.IN STAZIONEAttenzione al vostro bagaglio, non perdetelo mai di vista; se incustodito, verrà sottoposto a controlli di polizia. Tenete il denaro ed i documenti separati e custoditeli nelle tasche interne degli abiti ed abbiate cura di chiudere sempre le borse. I luoghi preferiti dai borseggiatori sono gli atri, le biglietterie e le zone self service: preparate prima dell’acquisto del biglietto la somma necessaria, evitando di mostrare a coloro che vi stanno intorno il possesso di altri valori. • “Non accettate biglietti dagli sconosciuti”: acquistate i biglietti solo tramite i canali ufficiali di vendita . Offerte di vendita diverse e/o a prezzi interessanti nascondono transazioni illecite e potreste ritrovarvi vittima di una truffa o corresponsabili di reato. Non acquistate servizi (taxi, alberghi, giri turistici, porta- bagagli,..) e merci (generi alimentari, capi di abbigliamento , oggettistica,..) da persone prive di regolare licenza. Per informazioni o richieste rivolgetevi soltanto al personale in servizio.NEI PARCHEGGIAssicuratevi di aver chiuso bene l’auto ed evitate di lasciare oggetti in vista nell’abitacolo o bagagli incustoditi mentre aprite e chiudete l’auto.NEI SOTTOPASSAGGINon trattenetevi oltre il tempo strettamente necessario e fate particolare attenzione in caso di eccessivo affollamento.IN TRENONon lasciate incustoditi nello scompartimento oggetti di valore, anche se per breve tempo (telefonino, computer, carte di credito, documenti,...). Se viaggiate di notte, mettete al sicuro le cose di valore; in vagone letto ricordatevi di chiudere bene la vostra cabina. Diffidate di ogni venditore abusivo e di chi, raccontandovi storie commoventi , tenta di approfittare della vostra disponibilità per scopi disonesti. sulla linea ferroviaria. Non attraversare le barriere del passaggio a livello quando stanno per chiudersi o sono chiuse. Non scendere e non tentare di salire dal treno in movimento. Non sporgersi dal finestrino e non attraversare i binari. Tenete d’occhio i bagagli al momento dell’arrivo del treno. Tenete sempre con voi il biglietto del viaggio. Rifiutate volantini e biglietti contenenti richieste di denaro e non alimentate il fenomeno della questua. Rivolgetevi soltanto al personale del treno per informazioni e richieste, segnalando subito ciò che vi insospettisce: un collegamento telefonico diretto consente al personale di ottenere, se necessario, un tempestivo intervento delle Forze dell’OrdineALCUNI TRUCCHI USATI FREQUENTEMENTE PER DERUBAREApprofittare delle fermate dei treni nelle stazioni per sottrarre valori lasciati momentaneamente incustoditi; urtare la vittima prescelta; utilizzare cartoni, giornali, indumenti per coprire il movimento delle mani durante il borseggio; provocare assembramento nella salita e discesa dai treni; sporcare di proposito la vittima per poi offrire aiuto; chiedere informazioni per distrarre la vittima mentre un complice approfitta del calo di attenzione; raccontare storie commoventi per poi richiedere somme di denaro.

Gli eventi del weekend a Biella e dintorni

| Appuntamenti SABATO 19 AGOSTOAl Piazzo a Biella c'è la festa di San Rocco nella parrocchia di San Giacomo in piazza Cisterna. Gli amici a quattro zampe sono i benvenuti, anzi gli ospiti d'onore alla festa che la parrocchia organizza insieme all'associazione Noi del Piazzo. Alla Messa alle 10.30 seguirà la benedizione degli animali in piazza Cisterna. Sarà benedetto anche il pane di San Rocco.Sempre a Biella al parco dello stadio La Marmora-Pozzo, alle 21, nuovo appuntamento di “Liscio in piazza”. Si danzerà sulle note dell’Orchestra Sergio Perazza. Ancora il capoluogo ospita, al bar pizzeria El Borracho di Pavignano (via Vaglio Colma, 55a), la serata musicale in compagnia del Duo Guitar. A Cavaglià ultimi giorni della Festa dei giovani: oggi alle 21.30, tributo a Ligabue, con le Schegge Sparse. Serata fritti. Domenica 20: alle 15.30, partita “comitato Fdg” vs “Ex-priori”; alle 19.30, ultima apertura stand gastronomico con cena degli ex-priori; dalle 21.30, serata danzante e a mezzanotte cerimonia di chiusura e festa alle priore della 500esima edizione 2018. Italian Graffiti. Il finale lunedì 21: alle 20.30, al Bar Palatucci, luna park a un euro.A Oropa visita guidata al Sacro Monte, alle ore 15, con ritrovo allo Chalet punto info (l’iscrizione è obbligatoria; si consiglia un abbigliamento adeguato a un’escursione su terreno accidentato). Nell’occasione, verrà distribuito materiale documentativo e saranno aperte alcune delle Cappelle più rappresentative. Ai partecipanti verrà richiesto un contributo di 5 euro a parziale copertura delle spese di assicurazione. In caso di maltempo la visita potrà essere rimandata o annullata. In serata, alle 21, poi, nella Basilica Antica, si terrà una lezione e concerto d’organo a cura di Sebastiano Domina. Info e prenotazioni tel.: 015-2523058 o 331-1025960.A Magnano per i “Concerti a lume di candela”, alle 21, nella chiesa romanica di San Secondo, l’Ensemble La Mandragora presenterà “Un viaggio in Italia: il violoncello a Venezia e a Napoli”. Con Arianna Lanci (voce, claviciterio), Svetlana Fomina (viella, ribecca) e Cristina Calzolari (arpa gotica, clavicimbalum e organetto). L’ingresso è a offerta libera (i posti sono limitati). Info: tel.: 015-679260 o 345-9108561.A Bielmonte l’agriturismo Alpe Moncerchio propone una serata sotto le stelle, con grigliata di carne e pernottamento in sacco a pelo. Info: tel.: 339-7289682. A Campiglia Cervo alle 21 nella chiesa di Rialmosso, si terrà un concerto dell’organista Pierpaolo Strona. Info: tel.: 015-60533. A Mezzana Mortigliengo prende il via la Festa patronale di San Bartolomeo. Alle 19 aprirà lo stand gastronomico e, dalle 21.30, musica con Italian Graffiti. La manifestazione riprenderà quindi venerdì 25 agosto. Tutte le serate sono a ingresso gratuito. DOMENICA 20 AGOSTOA Oropa al “Corner Coccinelle” del Giardino Botanico si rinnova l’appuntamento con i laboratori del ciclo “Pollicini verdi”, dedicati ai più piccoli. Info: tel.: 331-1025960. A Bielmonte Festa dell’Alpe Artignaga. La località è raggiungibile a piedi (4,5 chilometri), percorrendo un facile sentiero dal Bocchetto Sessera. In occasione della festa sarà consentito anche l’accesso con le auto. A partire dalle 12 è prevista la distribuzione di polenta concia, con formaggio Macagn d’alpeggio. Organizzano il Comune e la sezione Cai di Mosso. Sempre a Bielmonte l’associazione Supervulcano del Sesia organizza un’escursione di media difficoltà fra Bocchetto Sessera, Rondolere e Alpe Artignaga, in collaborazione con l’associazione “Il Patrimonio Storico-Ambientale del Piemonte”. Info: tel.: 347-4474021.A Campiglia Cervo dalle 10 sarà possibile visitare il mercatino artigianale lungo le pedonali del paese, a Rialmosso. Alle 16, poi, nella sede del Nuovo Circolo Rialmossese, è prevista la conferenza dei professori Accati e Garibaldi dal titolo: “I cacciatori di piante”. Per informazioni: tel.: 015-60416.A Sagliano Micca si rinnova al Rifugio Lago della Vecchia, l’appuntamento con la “Festa delle genti”. Alle 11, Messa al lago, celebrata dal diacono Mario Borghetto; a seguire, aperitivo offerto dal rifugio. Dopo il pranzo avrà luogo il tradizionale scambio di doni tra le genti della Valle del Cervo e della Valle del Lys. E’ previsto un servizio navetta con l’elicottero da Piedicavallo (prenotazioni al Rifugio). E’ gradita la prenotazione. Info e prenotazioni: tel.: 015-8853232 o 320-2957072.

Torna “Bolle di Malto” versione tris

| Appuntamenti BIELLA - Da una serata a due giorni a tre. Da 5mila presenze a, è il dato dello scorso anno, 15mila partecipanti. E, ancora, dai dodici birrifici artigianali del 2016 agli odierni quattordici.“Bolle di Malto” cresce. Ma non cambia nella filosofia e neppure nella location, il borgo antico del Piazzo tra Piazza Cisterna, Piazza Monte Cucco e Palazzo Ferrero.La terza edizione dell’evento, firmata dall’associazione “Inchiostro” con la collaborazione della Pro loco Biella Valle Oropa, è in programma dal 25 al 27 agosto prossimi. Con un assaggio il 24, che consisterà nella cena “Aspettando Bolle di Malto”, curata ad hoc dallo chef Maurizio Camilli della Piazza dei Mestieri di Torino.Il clou della manifestazione riprenderà la formula della birra artigianale, rappresentata dalle quattro realtà di Biella (Un Terzo, Beer In, Birra Elvo, Jeb), da due dell’Emilia Romagna, una della Valle d’Aosta, le altre dal resto del Piemonte. Spazio anche al cibo: gnocco fritto, pasta fresca all’uovo marchigiana, risotti, arrosticini, pesce, fino ai panzerotti.Novità, la degustazione, con cinque corsi di due ore ciascuno (30 posti), previsti nei giorni di venerdì 25 (ore 18), sabato 26 (ore 11.30 e 18) e domenica 27 (ore 11.30 e 18).Quanto alla musica, le giornate saranno rispettivamente accompagnate dai concerti di Fil & Sal, Schegge Sparse, I Cento’s, della tribute band ufficiale degli 883, di Glosie e dei Gibilterra, fino ai famosi Modena City Ramblers.Si tenterà, poi, un Guinness: il trenino umano da 2.500 partecipanti che attraverserà il Piazzo, ballando.Per l’occasione, gli organizzatori hanno preso accordo con Atap per due linee di navette, attive dalle 18 a mezzanotte e mezza, Città Studi-Parcheggio del Bellone e Piazza Martiri-Bottalino, andata e ritorno.G.B.

Big Picture, via al secondo anno

| Generale BIELLA - Big Picture Learning Italia si incammina verso la “maturità”. Un doppio percorso che coinvolge la sua stessa identità e, nello stesso tempo, alcuni dei suoi studenti.Li avevamo, infatti, lasciati così, dalle parti del Bpl: con una “classe beta”, formatasi poco più di un anno fa - era il giugno 2016 - in via sperimentale, che poteva essere germe della prima scuola Big Picture in Italia. Ovvero della realizzazione del modello di educazione innovativo statunitense, Big Picture Learning, costruito per potenziare le capacità individuali di ogni allievo, nato in trasposizione italiana proprio a Biella nel settembre 2014, da un progetto di un gruppo di insegnanti e appassionati.Questi pionieri, a livello locale come anche a livello nazionale, l’hanno sempre descritto come un sogno, un sogno che grazie agli studenti è diventato realtà e che ha trovato ospitalità al SellaLab, negli spazi aperti all’interno dello storico Lanificio Sella diventati ormai simbolo di innovazione, e che è andato ampliandosi. E ora la “classe beta” di Bpl, superato questo anno di rodaggio, si appresta a un ampliamento: diverse le richieste giunte in corso d’opera, è tempo però di una chiamata ufficiale a chi vorrà farne parte. Cinque ragazzi motivati che vogliano studiare attraverso un modello educativo innovativo, alternativo alla scuola convenzionale, in un contesto lavorativo. In altre parole, il gruppo Bpl ha deciso di proseguire verso un secondo anno di prova, estendendo la “classe beta” a più componenti.Particolarità: saranno, oltre ai tutor, gli stessi compagni già inseriti nel metodo Bpl a selezionare le candidature, come spiega Nicolò Aiazzone, uno dei tre che il prossimo anno sosterranno il fatidico esame di maturità. Con lui, la classe conta uno studente che dalla terza media è arrivato alla prima superiore, e delle superiori quattro studenti del biennio e tre del triennio. «Gli indirizzi di provenienza che abbiamo frequentato, prima di entrare alla Bpl, sono Linguistico, come nel mio caso, Scientifico, Scienze Umane e Scienze Applicate. Ogni anno, sosteniamo un esame di riconoscimento del percorso fatto, prove che si sono tenute in apposite scuole paritarie a Novara e a Pavia; anche noi di Bpl, inoltre, seguiamo le 200 ore in tre anni dell’alternanzascuola-lavoro, su destinazioni scelte per iniziativa di noi ragazzi; per la maturità, prepareremo le nostre tesine, personalmente tratterò il Grande Torino, legando la storia e la seconda guerra mondiale all’arte di Superga, inserendo le tre lingue francese, spagnolo e inglese».Passo dopo passo, insomma, Big Picture sta prendendo forma. La stessa classe viene da diverse fasi di sviluppo: si era costituita spontaneamente con sei studenti, ed è giunta a contarne il doppio: dodici, dieci più due part-time. E lo stesso ciclo di lezioni, al momento definibile come istruzione parentale che attende l’accredito del Ministero e procede con la ricerca di finanziamenti, ha subito un’intensificazione: da settembre, infatti, ha preso il via il ciclo pieno. In questi mesi estivi, come vuole il metodo Bpl, i ragazzi continuano a frequentare, per attività aggiuntive. Nicolò Aiazzone spiega la sua scelta così: «Con Big Picture ho recuperato l’anno perso al liceo Linguistico, scegliendo la formula dei due anni in uno. Ho recuperato motivazione per lo studio e scavato nei miei interessi personali». La sua maturità sarà la prima Big Picture in Italia, il prossimo anno: «Ci stiamo già preparando, poi continuerò con il sogno di diventare giornalista». Per informazioni: info@big- picturelearning.it.Giovanna Boglietti  

Sesia-Val Grande Geopark sotto “esame” per rimanere sito Unesco

| Territorio Si consolida il legame tra Ente di gestione delle aree protette della Valle Sesia e il Parco Nazionale  della Val Grande, per la gestione condivisa del Sesia-Val Grande Geopark.  Il progetto del Geoparco è stato promosso dall'associazione geoturistica "Supervulcano Valsesia" onlus e dal Parco Nazionale Val Grande, ai quali dal 2016 si è aggiunto l'Ente di gestione delle aree protette della Valle Sesia, mentre il coordinamento scientifico è curato dal Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università degli Studi di Torino. Il Geoparco si estende in un ambito geografico compreso tra il Monte Rosa ed il lago Maggiore, e comprende i territori della Valsesia, della Valsessera, delle Prealpi biellesi, della Val Strona, della Val Grande, della bassa Ossola e dell'alto Verbano. La superficie complessiva dell'area è pari a 2023 kmq con una popolazione di circa 170.000 abitanti. I comuni su cui si estende sono 89 su quattro province (Vercelli, Vco, Biella e Novara).  In seguito all'inserimento del Geoparco, nell'ottobre del 2013, nella rete globale dei Geoparchi patrocinata dall'Unesco, e al riconoscimento ufficiale come Sito Unesco Global Geopark, nel novembre 2015, i due Enti Parco hanno recentemente stipulato un accordo di collaborazione per la gestione coordinata del sito.  L'accordo tra le due amministrazioni disciplina lo svolgimento di attività di interesse comune in maniera coordinata ed è finalizzato a perseguire l'obiettivo di favorire la tutela, valorizzazione e promozione del territorio e la concreta attuazione dei programmi di gestione del Geoparco; inoltre prevede l'integrazione di personale tecnico con professionalità richieste dagli standard Unesco. Lo staff sarà composto da un nucleo fisso che si identifica nei direttori dei due Enti e da uno variabile costituito da personale interno, in funzione dei programmi di attività da realizzare e in relazione alle competenze professionali possedute.  Per il prossimo quadriennio la direzione tecnica sarà assunta dal direttore del Parco Nazionale della Val Grande, che metterà a disposizione la propria sede operativa; mentre le attività saranno gestite in maniera coordinata dai due Enti nell'ottica di diffondere il progetto del Geoparco all'interno dei rispettivi territori mediante iniziative, momenti formativi e di interscambio.  In questo mese di agosto il Sesia-Val Grande Geopark è oggetto della visita di rivalidazione da parte dell'Unesco, che avviene a cadenza quadriennale in vista della riconferma.  l.c.

Giletti lascia la Rai per La7 ma parla di Juve

| Generale E’ l’uomo del momento. Se i quotidiani raccontano del suo passaggio dalla Rai a La7 (un addio, quello alla Tv di Stato, vissuto con amarezza, dopo che il direttore generale Mario Orfeo aveva cancellato dal palinsesto il suo programma di approfondimento, “L’Arena”, nonostante gli ottimi ascolti), i settimanali di gossip pubblicano le foto del suo “nuovo amore”: la modella Angela Tuccia (con cui era già stato fidanzato nel 2012). Tutti parlano di lui, nonostante Massimo Giletti non intenda affatto parlare: no comment sia per quanto riguarda il suo futuro professionale che la sua vita affettiva.Sul primo argomento, spiega: «Ho già detto tutto ciò che avevo da dire al “Corriere della Sera”, nell’unica intervista che ho concesso, e non rilascerò altre dichiarazioni prima di settembre». Quanto alla sua attuale situazione sentimentale il giornalista biellese, garbatamente, rispedisce la domanda al mittente. «Non rispondo della mia vita privata», dice, aggiungendo: «Già tante cose di me sono di dominio pubblico: la mia sfera privata è privata. E poi io ho troppo rispetto delle donne che frequento, per parlare di quello che vivo».Giletti è tornato nel Biellese per Ferragosto e si fermerà una settimana da sua madre, come tutti gli anni. In programma qualche camminata in montagna: nelle vallate, nelle zone del Mucrone, del Mombarone, a Bielmonte. "Un’occasione per incontrare i biellesi (ne incrocio tanti da quelle parti!): li saluto sempre molto volentieri. Ritengo che le radici siano qualcosa di vivo: ripercorrere i miei sentieri e i luoghi della mia infanzia mi aiuta a mantenere il mio equilibrio". Lara Bertolazzi 

Una biellese sull’Amerigo Vespucci

| Generale C’è anche una biellese fra i 79 allievi ufficiali, che si sono imbarcati sull’Amerigo Vespucci, il 22 giugno scorso, a Montreal per la campagna d’istruzione, la prima “missione” a bordo, esperienza unica di vita; sbarcheranno, a settembre, come futuri dirigenti della Marina.Si tratta di Mariaelena Graziola di Lessona, 20 anni, allieva del Corpo di Commissariato. Con lei, ci sono altri due piemontesi: Maria Alessandra Pereyra di Saluzzo e Attilio Pollone di Chivasso.La giovane biellese racconta ciò che prova: «Da studentessa liceale, dopo aver frequentato il Liceo Scientifico “Avogadro” di Biella, tramite uno scambio culturale in Canada, ho scoperto il mondo dei militari ed uno stile di vita di cui mi sono, subito, innamorata. Avevo cercato delle informazioni sulla Marina Militare e sul concorso in Accademia Navale di Livorno, e, alla fine, ce l’ho fatta».Mariaelena Graziola, figlia di Mario, noto medico dentista, e di Cinzia Antoniotti, condivide con altri 78 colleghi, allievi ufficiali, il “baffo rosso”, cucito sulla manica della divisa, che contraddistingue gli allievi ufficiali della prima classe, i vent’anni ed una grande passione per il mare. La ragazza, dopo essere salita sui pennoni, a 54 metri di altezza del veliero, commenta: «Lassù, ti senti davvero libera, capace di superare ogni paura, con una vista eccezionale sull'Oceano e provi un’emozione veramente unica al mondo». Il Vespucci è, ora, in navigazione verso l’Europa. Il veliero, al comando del Capitano di vascello Angelo Patruno, ha già percorso circa 10 mila miglia, oltre la metà del viaggio simbolo, che ha segnato il suo ritorno in Nord America, dopo sedici anni, un viaggio di iniziazione per parte del suo equipaggio. Per gli allievi ufficiali di prima classe, ad esempio, cui è dedicata la campagna di istruzione, ma anche per lo stesso Patruno, come comandante di una nave, su cui era salito nel 1986, a 18 anni. Franco Graziola
Facebook: Eco di Biella
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
^ Top
"POPUP"