Eco di Biella

Eco di Biella

YOUKATA'
Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 01 luglio 2015

Ladri in fuga s’imbattono nei carabinieri

| Cronaca GRAGLIA - Quando hanno incrociato la pattuglia dei carabinieri, hanno preferito scendere dal furgone e battersela a gambe levate abbandonando refurtiva del valore di oltre cinquemila euro. C’è mancato veramente poco, stavolta, che i ladri venissero catturati. E’ successo nella notte di sabato nella zona del santuario di Graglia. E’ stato un residente a segnalare la presenza di due tizi sospetti che indossavano delle tute da lavoro, una verde e una marrone. I carabinieri non hanno perso tempo: in breve sono confluite verso l’area segnalata una pattuglia del Nucleo radiomobile di Biella e una del comando di Mongrando. Proprio nel corso dell’intervento, la “gazzella” ha incrociato un furgone di marca Peugeot di colore bianco. I militari si sono accodati e il conducente del furgone, dopo poche decine di metri, ha fermato di colpo il mezzo. Dall’abitacolo sono schizzati fuori due uomini che se la sono svignata nascondendosi in una zona boschiva. Si è poi scoperto che, il realtà, il furgone era di proprietà di un uomo di 42 anni, di Occhieppo Inferiore, che proprio in quel momento si trovava in caserma a presentare denuncia di furto. Nel cassone, l’automezzo conteneva delle biciclette di valore, una motozappa e altri attrezzi da lavoro, tutta merce rubata nella zona. I ladri, dopo aver rubato il mezzo, si erano quindi dati da fare. V.Ca.

L’enigma della Passione in un libro

| Territorio SORDEVOLO  - La prima citazione è quella di Lewis Carroll e il suo “Alice nel Paese delle Meraviglie”: «A che serve un libro senza dialoghi né figure?». La seconda è un commento sullo spettacolo, che Italo Alighiero Chiusano ha scritto per “Il Dramma” nel 1980: «Il lungo appuntamento con la prossima volta diventa un impegno a verificare con una riprova questa strana cosa che ci è stata messa dentro». Si articola, pagina dopo pagina, attorno a questi due capisaldi il volume “La Passione di Sordevolo, immagini e parole”, presentato sabato dai membri della Commissione Museo e dell’Associazione Teatro Popolare (in foto), in occasione dell’inaugurazione della “Mostra della Sindone”, unica esposizione ufficiale della copia certificata del sacro lino, che fino al 27 settembre sarà aperta al pubblico all’interno della Chiesa di Santa Marta. Due capisaldi che conducono a un «enigma” difficile da sciogliere, ma che regalano ad appassionati e curiosi il “testamento” della Passione, «rappresentazione prima che sacra», e di un intero paese, conscio del particolare “collante” che da 200 anni unisce i suoi abitanti. «Il libro è stato un progetto arduo», ha raccontato Elisabetta Chiappo, responsabile della Commissione Museo della Passione. «Ci ha spinti l’immenso amore e il desiderio di far comprendere proprio quella cosa che ci è stata messa dentro».  Da 34 interviste, 17 delle quali firmate dall’allora laureanda Luisa Colombo e altrettante fatte negli ultimi quattro anni, si sono estrapolati 300 frammenti, vive parole di attori, tecnici, adulti e bambini cresciuti sotto il Calvario ricostruito a Sordevolo, «dove tutto può accadere», ha riassunto Andrea Sormano, professore di sociologia all’Università di Torino, che con sette autori ha curato il volume. E che ha aggiunto: «La Passione è accoglienza di chi vuol partecipare a porgere un dono». Un’enigma che non ha, e forse non bada a cercare risposta.  Giovanna Boglietti  

Tangenziale, lavori di nuovo in stallo

| Territorio MONGRANDO - L’ennesima vicenda all’italiana ha reso protagonista uno dei paesi del Biellese. Dopo la ormai famosa tangenziale di Graglia, un altro tratto stradale sta facendo parlare, la tangenziale di Mongrando, che collegherà la provinciale 338 al Maghetto. Ad aprile sembrava che tutto procedesse per il meglio e che la ditta appaltatrice avrebbe rispettato i tempi di consegna, previsti per giugno 2015, invece, i lavori ad oggi sono fermi con le quattro frecce. La vicenda è complicata, la tangenziale è divisa in due. Una parte di proprietà del Comune doveva essere ultimata a breve e l’altra di competenza provinciale era già ferma in partenza, dato che all’epoca dell’appalto la ditta vincitrice non aveva consegnato il certificato antimafia, e nonostante la copertura finanziaria, la Provincia era stata costretta ad interrompere i lavori. La legge, comunque, permette all’ente pubblico di procedere con la messa a punto della strada in accordo con l’amministrazione comunale di Mongrando, ma è ancora tutto fermo. Il sindaco Tony Filoni, che aveva già espresso chiaramente il suo disappunto con la scelta dell’amministrazione precedente di costruire la tangenziale e che se fosse dipeso da lui non avrebbe fatto questi lavori, è sempre più amareggiato: «Mancano ancora i pannelli sonori per bloccare i rumori, allora hanno rimandato tutto ad agosto o settembre. Hanno iniziato il 18 giugno 2014, dovevano finire tutto entro febbraio, poi a giugno e adesso a settembre. Come dice il proverbio cinese, mi siedo sul fiume e aspetto, non posso fare altro». «Mi rendo conto che ci siano stati dei problemi – continua il primo cittadino – ma parliamo di una strada di 600 metri. La ditta deve prendere ancora 40mila euro, degli 80mila, che vedrà a lavoro finito. Non nascondo che con quei soldi io avrei fatto altro, anche perché siamo con le mani legate finché non finiscono anche il tratto provinciale. Non è così semplice dirottare il traffico dei mezzi pesanti, perché arrivati sul Maghetto è un po’ impegnativo svoltare a destra con un tir. Ad oggi ci ritroviamo senza strada e con i camion che transitano sulla rotonda nelle vicinanze del lago Pistino, danneggiandola. Ovviamente gli autisti fanno fatica a passare e la strada ormai è piena di buche ed è pericolosa per tutti». Ramona Bellotto

Atap cambia casa

| Biella Città BIELLA - Atap cambia casa. Addio alla storica sede di corso Risorgimento, inizia una nuova era. Dietro alla stazione ferroviaria, lungo la strada di gronda. E’ lì che da lunedì i dipendenti si recano per partire con i pullman e seguire le varie destinazioni prefissate. Già domenica il parcheggione interno alla nuova struttura ospitava i vari bus di proprietà dell’azienda. Il tutto mentre andava avanti il trasloco del materiale d’ufficio, inscatolato nei giorni precedenti dai dipendenti. Un trasloco che non ha creato problemi all’utenza, anche grazie alla scelta fatta dal presidente della società, Maurizio Barbera, che ha atteso il termine delle scuole per procedere al trasferimento.  La nuova sede consentirà di portare avanti diverse economie all’azienda. Innanzitutto non spenderà più soldi per l’affitto della struttura di corso Risorgimento. A cui, però, bisognerà trovare una nuova destinazione. Una partita che dovrà essere portata avanti dal Comune di Biella, proprietario dello stabile in oggetto. Negli anni scorsi si era pensato di creare proprio lì una cittadella dello sport, con uffici dedicati alle varie realtà sportive del territorio e un palazzetto del ghiaccio. Ora bisognerà capire quali saranno le intenzioni dell’amministrazione comunale. I più contenti, al termine di questa operazione, sono invece gli abitanti di corso Risorgimento che si libereranno dopo anni dei gas di scarico dei bus.  Enzo Panelli

Valle Cervo maestra nel riuso

| Territorio MIAGLIANO - La Valle Cervo esempio virtuoso, tra le zone del Biellese che meglio hanno accolto le iniziative di Seab, altrimenti note come “Giornate del Riuso”. Ne ha dato prova l’evento svoltosi domenica a Miagliano, che ha riunito nel piccolo centro appassionati dello stile vintage, hobbisti come professionisti dei mercatini, nonché diverse famiglie. Insomma, un pubblico, chi più chi meno, avvezzo a prestare attenzione alle occasioni di risparmio, di questi tempi sempre più necessario.Procedura vuole che, in piazza, fossero depositati rifiuti ingombranti, mobili, giocattoli e capi di abbigliamento. Così è stato, ma data la buona qualità del materiale esposto - fanno sapere da Seab - «agli addetti, a fine manifestazione, è restato davvero poco da raccogliere e portare in discarica». Non cela la soddisfazione il sindaco Alessandro Mognaz: «Si tratta di un evento che ha riscosso un ottimo risultato e che serve a sensibilizzare la popolazione sul tema del riuso». L’ad di Seab, Sivio Belletti, guarda alla pratica e fa notare: «Recuperare i materiali ingombranti in Valle Cervo è ancora più importante: parliamo dell’unica zona del Biellese che non ha un ecocentro. Quanto alle “Giornate del Riuso”, ormai si sono radicate nelle abitudini. Una sensibilità ecologica, che è il solo modo per portarci a ridurre gli  sprechi».Giovanna Boglietti

Torna lo Street Art Riva Festival

| Spettacoli BIELLA - Bolle di sapone, numeri di magia e passi di danza. Sono gli ingredienti che si mescoleranno, nel cuore di Biella, all’edizione 2015 dello “Street Art Riva Festival”. Per la precisione, l’edizione numero tre dell’evento, organizzata per venerdì - 3 luglio - dall’Ente Manifestazioni Biella Riva in collaborazione con Andrea Morabito di “Animazione Magica”. La serata dedicata all’arte di strada per grandi e piccoli porterà in città performer provenienti da tutta Italia, dei quali gli organizzatori svelano i nomi e le esibizioni. Francesca Manfredi porterà in via Belletti Bona, dalle ore 21, lo spettacolo con il sapone  “Fra Mille Bolle”. In piazza San Giovanni Bosco, invece, saranno installate due postazioni: una sarà il “Magic Corner”, dove l’illusionista Gioffy Gioffer offrirà al pubblico prove di magia; mentre, davanti alla chiesa, andrà in scena “Disordinary”, spettacolo di circo contemporaneo, una novità nel panorama dell’offerta per lo “Street Art RivaFestival”. Quanto al ballo, l’artista Marcello Fares, membro del Duò MàMè che si occupa di spettacoli di acrobatica e danza a livello nazionale, si esibirà nella “roue cyr”, all’interno di un grande cerchio di metallo.  Il programma comprende, poi, contemporaneamente in piazza del Monte le esibizioni di urban dance della crew Le Freak, collettivo di ballerine professioniste composto da  Valentina Marmorato, Giulia Maffei e la biellese Maria Laura Savio. Lo spettacolo di chiusura del Festival, infine, sarà proposto sempre in piazza del Monte, intorno alle 23.30, da Simone Tositori del Duo Artemis, che a Biella porterà l’acrobatica verticale con tessuti e corda nello spettacolo “Badabum Sciò”. Ma Tositori sarà impegnato in un’anteprima del suo show per i bambini anche nel pomeriggio (15.30) all'interno della palestra Don Bosco dell'oratorio di San Cassiano. Dove si sposterà il Festival in caso di maltempo.  Giovanna Boglietti  

Nucleo Polizia tributaria: nuovo comandante

| Cronaca Nella giornata di ieri, lunedì 29 giugno, è giunto alla sede di Biella il Tenente Colonnello Edmondo Massa che ha assunto il comando del Nucleo di Polizia Tributaria, in sostituzione del Ten. Col. Cruciano Cruciani che, dopo 5 anni di permanenza, è prossimo ad assumere un incarico di prestigio presso il Nucleo Speciale di Polizia Valutaria di Roma.L’Ufficiale è nato a Milano nel 1965, si è arruolato nel Corpo nel 1985 in coincidenza con l’ingresso nella Scuola Alpina di Predazzo (TN) per la frequenza del corso di Finanziere.Dopo un breve periodo di servizio presso il valico stradale di Tarvisio (UD), nel 1986 ha frequentato l’Accademia della Guardia di Finanza per quattro anni conseguendo una laurea triennale e quindi specialistica in Scienze della Sicurezza Economico-Finanziaria. L’Ufficiale Superiore è in possesso anche della laurea in Giurisprudenza conseguita presso l’Università di Alessandria.    Dal 1990 al 1993 ha comandato la Tenenza di Domodossola (VB), per poi essere trasferito alla Compagnia di Alessandria fino al 1997.Dopo la parentesi alessandrina, l’Ufficiale ha ricoperto, per i successivi 12 mesi, un prestigioso incarico presso il Ministero dell’Interno, Ufficio Coordinamento Forze di Polizia.Dal 1998, trasferito in Sardegna, comanda prima la Compagnia di Sassari fino al 2002 e poi, fino al 2004, il Nucleo PT alla stessa sede.Dal 2004 al 2006, presso il Nucleo Regionale di Bologna, si occupa dell’inchiesta sul “crac Parmalat”, per poi ritornare in Sardegna dove vi rimane fino al 2011 in qualità di Capo Ufficio Operazioni presso il Comando Regionale Sardegna.Dal 2011 al 2015 ha comandato il Gruppo di Orbassano.Al neo Comandante del Nucleo di Polizia Tributaria, il Col. Ugo Raffaele Dallerice ed i colleghi tutti formulano i migliori auguri di benvenuto e di un proficuo periodo lavorativo a tutela della legalità economica e finanziaria, a favore della collettività.

Morsica il marito

| Cronaca Ha rischiato di finire veramente male l’ennesimo litigio tra due coniugi al Vernato. Lui è stato accoltellato con delle forbici dalla moglie ubriaca che gli ha anche morsicato uno zigomo e gli ha provocato altre ferite. La prognosi per l’uomo è di 40 giorni. Lei è stata denunciata dalla polizia per l’accusa di lesioni aggravate. Ora rischia grosso. Sono stati i vicini di casa, alle 4 di notte, spaventati dalle grida di dolore dell’uomo dopo l’ennesimo litigio, a chiedere alla polizia di intervenire. Lei era in stato confusionale, evidentemente ubriaca, con il  maglione sporco di sangue. Altro sangue era sparso tra il soggiorno e l’ingresso. Lui si era recato per suo conto in ospedale a farsi medicare le tante ferite, tra le quali la più profonda si trovava sulla spalla sinistra, provocata da una forbice utilizzata come un coltello. V.Ca.

Vandalismi ai Giardini Zumaglini

| Biella Città BIELLA - Una settimana appena, dalla loro inaugurazione ufficiale. E due delle targhette della cartellonistica esplicativa, posata sabato scorso tra le aiuole e sotto le piante dei Giardini Zumaglini, sono già state imbrattate. I vandali si sono accaniti contro le descrizioni botaniche dettagliate dell’abete dell’Asia centrale e del cedro dell’Himalaya, ricoprendole di scarabocchi, compresa un’espressione oscena, e cercando di dissotterrare il loro supporto in acciaio.Le immagini delle targhette ricoperte da scritte di pennarello nero sono state diffuse e hanno già sollevato dibattito su Facebook. Certo non sorpresa, come hanno commentato in molti: «Si sapeva che sarebbe successo. Purtroppo, l’inciviltà, ormai, la fa da padrone», scrive qualcuno. E ancora: «Si poteva immaginare. Fino a che non si diventerà un po' più severi con chi rovina le cose altrui. Non basta dirgli cattivo non farlo più».Il percorso guidato, volto alla riscoperta del parco del centro città, è stata da poco inaugurato alla presenza dei fautori dell’iniziativa (nella foto un momento dell'inaugurazione). Per il Comune di Biella, l’assessore Valeria Varnero, con l’architetto Raffaella Penna e l’agronomo Andrea Polidori, e per il Rotary Club cittadino il presidente Renato Bertone, con Silvio Novaretti, Dina Novaretti che ha realizzato la grafica, Mario Ploner e Marco Lanza, occupatisi della realizzazione del supporto in acciaio inox e della posa delle targhette disseminate nel verde e dei cartelli riassuntivi d’accesso ai Giardini. Per la nomenclatura delle specie, sono stati poi interpellati i professori Elena Accati e Cesare Molinari. Insomma, un lavoro collettivo - impreziosito dalla possibilità di usufruire della ricerca fatta attraverso Qr Code, leggibile da qualsiasi smartphone - che l’assessore Valeria Varnero, alla presentazione pubblica, aveva descritto anche come «spunto educativo», perché «abbiamo un patrimonio da conservare». Vandali permettendo. Giovanna Boglietti
QUIAPP_HOMEPAGE
Facebook: Eco di Biella
03-06-2015
| La Passione di Sordevolo
01-04-2015
| I SUOI ALLIEVI AL FUNERALE DI NINO DEL VECCHIO
23-06-2014
| RALLY DELLA LANA STORICO: VINCE PEDRO
21-06-2014
| 150° ANNI DI UNIONE INDUSTRIALE BIELLESE
Vai alla sezione Fotogallery completa » Guarda tutti i video »
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
BANCA SELLA - 300X250
BI-MI EXPRESS TRASPORTI E CONSEGNE
^ Top
"POPUP"