Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 08 dicembre 2016

L'Angelico regala spettacolo con i suoi gioiellini. Wheatle clamoroso, Ferentino demolita 100-80

| Sport

La Biellese va sotto e poi ribalta il Cerano: successo prezioso per 3-1

| Sport

Rubate casette e pecorelle dal presepe

| Territorio COSSATO «Purtroppo, durante questa settimana, sono state rubate dal presepio in fase di realizzazione delle casette e delle pecorelle...». E’ stato il parroco dell’Assunta, don Fulvio Dettoma, ad annunciare in chiesa, durante la messa, la notizia del furto patito ad opera di ignoti di alcuni oggetti del presepe meccanico che Alex Zoccola e Davide Tempia stanno concludendo in vista dell’inaugurazione che avverrà nella giornata di oggi durante la messa dell’Immacolata. Il vicario ha poi aggiunto una frase inequivocabile su ciò che pensa dei ladri che hanno violato uno dei comanda- menti proprio in chiesa: «E’ stato un fatto veramente ignobile...». Non è chiaro se il furto sia stato opera di furfanti matricolati oppure di qualche giovane imbecille. Per riuscire comunque ad appropriarsi di pecorelle e casette, i ladri hanno dovuto sollevare il telo che copre agli occhi dei curiosi, sino al giorno dell’inaugurazione, l’evolversi dei lavori di preparazione del presepe meccanico che è costato a Tempia e Zoccola mesi di lavoro in quanto tutto è stato realizzato a mano. Il presepe si trova nella cappella del Sacro Cuore. Oltre a casette e statuine (in tutto ce ne sono quaranta), i due appassionati hanno già costruito la chiesa dell’Assunta in miniatura con il suo campanile, l’orologio e le campane funzionanti. «Lo doneremo alla Chiesa - hanno spiegato al corrispondente di “Eco” - anche per portare i bambini delle scuole a visitarlo, con lo scopo di avvicinarli sempre più allo splendido e caratteristico mondo del presepe. Lo stiamo facendo anche perché vogliamo bene a Cossato». I due cossatesi hanno inoltre riprodotto l’alba e il tramonto. Il presepe è stato realizzato in uno spazio di circa cinque metri per cinque. F.G. - V.Ca.  

Tanti fiori per Carola, il fiore più bello

| Cronaca VALLE MOSSO - Il parroco, don Mario Foglia, li ha fatti accomodare tutti attorno a lui, nel presbiterio, con i volti emozionati, gli zigomi rigati dalle lacrime, alcuni con gli occhi sperduti, umidi di pianto, tristi come non mai, increduli. Hanno circondato l’altare durante il funerale, stretti come in una grande famiglia, i compagni di scuola di Carola Iacchini, 17 anni, di Valle Mosso, stroncata da un arresto cardiaco prolungato determinato da una tromboembolia polmonare. C’è chi è arrivato a Valle Mosso in auto con i genitori, oppure col compagno appena maggiorenne, oppure ancora con l’autobus di linea. Nessuno ha voluto mancare all’ultimo saluto a quella bellissima e dolce compagna. Tutti si sono stretti accanto alla sorella Sara, ai genitori, Mario e Susi, ai nonni Romano e Laura e agli altri parenti, sconvolti dal dolore. «Ci hai insegnato tanto, abbiamo imparato da te la forza di sorridere e di trovare il lato migliore delle situazioni. Ricorderemo sempre la tua spensieratezza. Fai vedere di che pasta sei fatta lassù». Con queste parole, i compagni della classe quinta E del Liceo Linguistico di Cossato, hanno salutato la loro compagna. Prima di uscire dalla chiesa, una compagna di Carola, ha preso la parola e ha letto commossa un messaggio scritto da tutti gli amici: «Nessuno avrebbe voluto dirti addio così presto. Continueremo a ricordarti e vivere al meglio ogni momento, almeno cercheremo di farlo - ha sussurrato tra i singhiozzi -. Ti hanno portato via nel momento sbagliato, quando avevi ancora voglia di sognare, di fare e disfare, quando avevi gli occhi dell’amore. Il gusto del dolore è amaro, ma ci toccherà toccare il mezzo al petto per sapere che sei con noi». La chiesa di Valle Mosso, martedì pomeriggio, non ce l’ha fatta a contenere tutta quella gente col cuore spezzato per l’incredibile tragedia. Sul sagrato c’erano ad attendere il feretro tornito di fiori bianchi, i compagni di classe e quelli dell’Istituto del Cossatese e della Valle Strona, un tappeto di rose bianche e rosa, di gigli e tante composizioni floreali, tanti fiori per accogliere il fiore più bello. «Papa Francesco - ha puntualizzato il parroco - ha detto che la parola di Dio è compagna di viaggio anche di chi è nel dolore. Dio è nostro compagno anche in questo momento difficile. Tutto ha un ordine per Dio anche se oggi non riusciamo a comprenderlo...». V.Ca. 

Pregiudicato di Sala si trasferisce in Sicilia ma è scovato e arrestato

| Cronaca Ha cercato di scampare all’arresto trasferendosi nella cittadina dov’è nato, Bagheria, in Sicilia. Ma l’ordine di custodia cautelare in carcere lo ha raggiunto anche lì. I carabinieri hanno arrestato Paolo Scaduto, 35 anni, siciliano trapiantato da una vita nel Biellese, prima in Valsessera e in seguito dalle parti di Sala Biellese, dove è ben conosciuto dalle forze dell’ordine per averne combinate di tutti i colori, dal furto all’estorsione passando per lo spaccio di droga (a gennaio era stato arrestato con 26 ovuli contenenti eroina nascosti nell’intestino). Un altro uomo, Stefano F. di 42 anni, è stato rinviato a giudizio perchè ricattava la giovane baby sitter, la intimoriva, le contestava i conteggi e la mortificava. L’avrebbe altresì indotta, con un atteggiamento senza dubbio aggressivo, a firmare un foglio con il quale la ragazza dichiarava d’aver già percepito 900 euro e di essere debitrice di 57 ore mai lavorate sebbene retribuite. Valter Caneparo  Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 8 dicembre 2016 

La natura di Wildlife in scena a Palazzo Ferrero

| Biella Città BIELLA - Il tempo di riporre e riconsegnare i quadri di Dario Fo (la cui mostra si conclude oggi, giovedì 8 dicembre) e Palazzo Ferrero torna protagonista a partire da sabato 10 dicembre di un altro grande appuntamento culturale: arriva al Piazzo infatti la mostra Wildlife, un'antologia delle immagini del concorso che dal 1965 fa sfidare i migliori fotografi della natura di tutto il mondo. Le 50mila istantanee arrivate da 95 paesi del mondo per l'ultima edizione sono state selezionate dalla giuria del Museo di Storia Naturale di Londra, ideatore della manifestazione, dove vengono esposte le prescelte. Una selezione di scatti, che ogni anno tocca sessanta città del mondo, per questa edizione fa tappa anche a Biella.L'evento, ideato e curato da E20progetti e Comune di Biella anticipa il più ampio progetto della sesta edizione di Selvatica, il Festival dedicato all’arte e alla natura che si terrà dal 5 maggio al 2 luglio 2017 da Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ed E20progetti. In mostra si potranno ammirare le meraviglie della natura e il mondo degli animali immortalati da fotografi di diverse nazionalità che hanno con cura scelto i soggetti e le tecniche migliori per ottenere scatti indimenticabili. Ogni fotografia racconta una storia, tra foreste e deserti, iceberg e laghi di lava, tra luci affascinati e luoghi incontaminati dove gli animali vivono in armonia con la natura.L'inaugurazione è in programma alle 20 di sabato 10 dicembre e resterà aperta fino alla fine del periodo delle feste. La mostra sarà visitabile nei giorni 11, 17, 18, 24, 26, 27, 28, 29, 30, 31 dicembre e dal 2 all’8 gennaio. Gli orari di apertura sono sabato e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 19, feriali dalle 14,30 alle 19. Il biglietto d'ingresso costa 5 euro intero, 4 euro ridotto (over 65 anni e minori di 18, soci Wwf), gratuito sino a 10 anni. Si potrà pagare con l'applicazione Hype approfittando di uno forte sconto che la compagnia mette a disposizione che porta a 2 euro intero, 1 euro ridotto.Lunedì 12 dicembre alle 21 è in programma uno speciale appuntamento a Palazzo Gromo Losa, a ingresso gratuito, durante il quale si potranno esplorare attraverso le immagini del fotografo Alessandro Bee i luoghi più affascinanti del pianeta in cui protagonista è la natura. Fotografo naturalista vincitore di quattro premi al concorso Wildlife Photographer of the Year, Bee ha esposto le sue immagini in numerose mostre personali in Italia e all'estero, tra cui le National Geographic galleries di Londra e Singapore.

Quattro giorni di festa con "Natale nel cuore di Biella"

| Biella Città BIELLA - Da oggi e fino a domenica 11 dicembre sono in programma diversi appuntamenti nell'ambito del calendario di "Natale nel cuore di Biella". Risolti intoppi e problemi tecnici, saranno aperte e funzionanti la pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Monsignor Rossi e la snow ball gigante, la palla di Natale scenario per le fotografie, collocata sull’altro lato del Battistero. Mercati, mercatini, musica, animazione e anche la possibilità di fare un giro sui pony completano il cartellone.La pista di pattinaggio sarà aperta giovedì 8 e domenica 11 dicembre con orario festivo, dalle 10 alle 12,30, dalle 14,30 alle 19 e dalle 20 alle 23. Venerdì funzionerà dalle 14,30 alle 19 e dalle 20 alle 23 e sabato dalle 10 alle 12,30, dalle 14,30 alle 19 e dalle 20 alle 24. Il costo è di 5 euro per gli adulti, 4 euro per i ragazzi nati tra il 2002 e il 2008 e gratis per chi è nato a partire dal 2009, se accompagnato da un adulto. La snow ball funzionerà da giovedì a domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 19,30. Accanto c’è la possibilità di fare merenda allo stand Siamo qui, che propone frittelle di mele e vin brulé con i prodotti a chilometro zero delle aziende agricole biellesi, ma anche di fare beneficenza alla casetta che distribuisce vino caldo, caffè, tè e cioccolata del Leo Club, in cambio di un’offerta per la casa dell’autismo dell’associazione Angsa.In piazza Duomo riapre per tutti e quattro i giorni il villaggio-mercatino degli Gnomi della Lana, dalle 10 alle 19,30. Giovedì 8 sarà accompagnato, a partire dalle 15,30, dall’animazione per bambini con palloncini e tattoo natalizi. Giovedì 8 e sabato 10 ci sarà anche dal mercato degli hobbysti in piazza Santa Marta, mentre domenica 11 torna il mercato degli ambulanti in centro tra piazza Vittorio Veneto e via La Marmora. Piazza Fiume invece diventerà un piccolo maneggio: con la collaborazione del negozio Prenatal, i pony del Cem, il centro equestre di Mottalciata, si trasferiranno in città per essere cavalcati dai bambini. L’iniziativa sarà dalle 10 alle 18 da giovedì a domenica.Gli eventi musicali sono in programma giovedì 8, quando la chiesa di San Filippo ospiterà il concerto degli auguri della Banda Verdi (inizio alle 21) e sabato 10, quando piazza Duomo diventerà il palcoscenico per lo show Fonderia Music Academy, in programma dalle 17, con insegnanti e allievi dei corsi de La Fonderia Musicale.Per i più piccoli, oltre al trenino degli gnomi (capolinea in piazza Santa Marta, fermate in piazza Duomo, piazza Fiume e piazza San Giovanni Bosco), c’è un laboratorio alla Biblioteca dei Ragazzi di villa Schneider. A partire dalle 10,30 si potranno realizzare decorazioni per l’albero di Natale. I bambini potranno portarle a casa o “regalarle” all’abete che il Garden Club regalerà alla Biblioteca Civica di piazza Curiel. Un albero che tutti i cittadini sono invitati a decorare anche con biglietti a tema letterario. Giovedì 8 è l’ultimo giorno in cui è possibile portare giochi in buono stato allo sportello della Banca del Giocattolo aperto in piazza del Monte in Riva, grazie all’aiuto del locale Ente Manifestazioni. L’orario è dalle 17 alle 19,30.

Il Piccolo Principe raccontato con una mostra in biblioteca

| Spettacoli e cultura BIELLA - Si apre oggi, mercoledì 7 dicembre, alla Biblioteca dei Ragazzi e alla Civica di piazza Curiel la mostra Le Petit Prince, ovvero Il Piccolo Principe, protagonista del libro di Antonie de Saint-Exupéry. Realizzato con l'aiuto dell'Alliance Française, il percorso espositivo racconta la storia del celebre capolavoro pubblicato per la prima volta nel 1943.La sede principale della mostra è Villa Schneider, ovvero la Biblioteca dei Ragazzi “Rosalia Aglietta Anderi”. Qui si terrà la cerimonia di inaugurazione, alle 18. In contemporanea, nella sede di piazza Curiel della Biblioteca Civica, un'altra sezione della mostra racconterà la storia di Saint-Exupéry, aviatore e ingegnere, oltre che scrittore e poeta. Gli orari sono quelli di apertura delle due strutture: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14,30 alle 18, martedì e giovedì dalle 9 alle 18,30 e sabato dalle 9 alle 12,30 per quanto riguarda Villa Schneider, dalle 8,15 alle 18,30 dal lunedì al venerdì e dalle 10 alle 18 il sabato per quanto riguarda piazza Curiel.Due sono gli eventi speciali legati all'esposizione, che resterà visitabile fino al 30 dicembre: giovedì 15 la sala convegni del Museo del Territorio ospiterà la conferenza dal titolo Gli anni d'oro dell'aeronautica italiana... E ora?, con l'ingegner Filippo Meani. Sabato 17 alle 10,30 nella Biblioteca dei Ragazzi è in programma il laboratorio In viaggio con il Piccolo Principe, adatto ai giovani lettori tra i 7 e gli 11 anni. Il laboratorio è gratis ma è obbligatoria la prenotazione allo 015.351300.
HAMBURGHER&CHIPS
Facebook: Eco di Biella
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Più letti nella settimana
Cronaca | 27-11-2016 | (letto 579 volte)
^ Top
"POPUP"