Eco di Biella

Eco di Biella

Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 28 aprile 2017

Il Bona porta il Tricolore negli Usa

| Biella Città L’Iis “Eugenio Bona” di Biella è tornato a sventolare il Tricolore negli States.  L’istituto tecnico cittadino resta, infatti, la sola scuola ad aver rappresentato l’Italia al “Loundoun International Youth Leadership Summit 2017”. Complice la collaborazione stretta, per la prima volta, nel 2015, quando quattro studentesse e una docente della scuola, la professoressa Nicoletta Flecchia, sono entrate alla Park View High School di Sterling, in Virginia, vero fulcro del summit internazionale. Quella di quest'anno è stata la terza edizione della manifestazione. E, anche in quest’occasione, il Bona vi ha avuto accesso con una propria rappresentanza, rientrata a Biella di recente. A volare negli Stati Uniti, questa volta accompagnati dal professor Enrico Furno Marchese, per rappresentare l’istituto diretto da Raffaella Miori, sono stati così: Luca Boglietti, Marco Badini, Caroline Cadeddu e Leontina Nenad (in foto, con il professor Furno Marchese). Il commento della docente organizzatrice. «Sono gli studenti risultati meritevoli nella graduatoria, stilata per le selezioni interne - spiega la professoressa Nicoletta Flecchia, che ha organizzato anche questa terza trasferta, alla quale non ha potuto però prendere parte - Hanno dimostrato, in particolare, di conoscere a fondo la lingua inglese e di possedere disinvoltura e capacità di interazione». Novità di questa “tornata”: «Dai loro profili emerge, tra l’altro, un aspetto molto positivo: sono rappresentati tutti gli ambiti dell’istituto, dal Turistico all’Amministrazione, Finanza e Marketing e anche la sede distaccata di Mosso». Il Summit. I temi toccati - l’anno scorso, lo ricordiamo, da un personaggio ospite di spicco come Madeleine Albright - hanno riguardato la questione della costruzione della pace tra le nazioni. Il Loundoun International Youth Leadership Summit è, infatti, un’iniziativa di inter-cultura, che coinvolge ragazzi provenienti da ogni parte del pianeta e che, ogni anno, si trovano lì, in Virginia, per affrontare una discussione variegata su problemi concreti. Due su tutti, tra quelli di questa edizione 2017: il movimento dei diritti civili e i conflitti internazionali. Argomenti, quelli sopra-citati, che mettono alla prova i ragazzi, che hanno sostenuto un esame di lingua e motivazionale e sono risultati avere i giusti requisiti. E tanta voglia di confrontarsi sul mondo, con il mondo. Giovanna Boglietti

Gli avvocati in sciopero: foro “fermo” da martedì

| Cronaca BIELLA - Torneranno a incrociare le braccia, gli avvocati del foro biellese. A stabilirlo una recente delibera della Giunta dell’Unione delle Camere Penali Italiane, con la quale si è stabilita un’ulteriore astensione degli avvocati dalle udienze e da ogni attività giudiziaria nel settore penale. Le giornate interessate dallo sciopero saranno quelle dei prossimi 2, 3, 4 e 5 maggio. Lo stato di agitazione al quale sono invitate, ancora una volta, le Camere Penali territoriali rimetterà sul piatto del dibattito temi “caldi” della riforma e di un suo già denunciato contrasto - secondo l’Unione - «con i principi costituzionali e convenzionali dell’immediatezza, del contraddittorio, della presunzione di innocenza e della ragionevole durata». La categoria professionale non è nuova alla dimostrazione di protesta. Due le precedenti delibere di astensione emesse in passato, gli scorsi 4 marzo e 17 marzo. Così motivate: «Si sono evidenziati limiti della riforma del processo penale di iniziativa governativa, ribadendo la profonda contrarietà, già manifestata con convinzione durante il lungo iter parlamentare del ddl e davanti alle Commissioni di giustizia della Camera e del Senato, alla riforma della prescrizione e dell’istituto del cosiddetto processo a distanza». A questi punti, la denuncia dell’Unione unisce quella sull’uso «dello strumento della fiducia, ai fini dell’approvazione del ddl, da parte del Governo, sottraendo al Parlamento ogni possibile confronto». Il voto di fiducia, intanto, è giunto al Senato. In vista dell’approdo alla Camera, gli avvocati si dicono intenzionati ad adottare ogni iniziativa di contrasto a quella che viene da loro giudicata come «modalità profondamente antidemocratica» e a una riforma volta a incidere «distorcendo gravemente il modello accusatorio dell’equo processo». In futuro, prepara l’Unione delle Camere Penali Italiane, potrebbe non finire qui: i rappresentanti del foro si riservano, infatti, di indire «ulteriori manifestazioni nazionali». Come? «Mantenendo lo stato di agitazione dell’avvocatura penale e attivando ogni strumento comunicativo volto alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle forze politiche sul metodo e sul merito della riforma».   

Giù i tigli. E Legambiente... “plaude”

| Territorio PONDERANO - «Legambiente Circolo di Biella plaude all'iniziativa intrapresa dalla giunta comunale di Ponderano relativa all'abbattimento di alcuni tigli nella centralissima piazza Garibaldi. Operazione questa quanto mai necessaria e indifferibile, volta a risolvere gli annosi problemi di viabilità di codesto borgo ameno». Usa l’arma dell’ironia il circolo biellese di Legambiente per commentare la scelta comunale di abbattere gli alberi che, fino a qualche giorno fa, caratterizzavano la piazza ponderanese. «Riesce difficile -  puntualizzano sarcasticamente gli ambientalisti - comprendere le proteste e addirittura alcuni malcelati scoramenti da parte di alcuni residenti in prossimità della piazza. Costoro non possono che essere considerati irriguardosi oppositori nei confronti di illuminati amministratori, che con lungimiranza e determinazione, perseguono nelle necessarie "trasformazioni urbane", oltre che essere costoro privi del minimo senso estetico».  

Le “Voci del passato” scuotono il Piazzo

| Appuntamenti BIELLA - Sussurrano le “Voci dal passato dietro le porte del Piazzo”. O meglio, riprendono a sussurrare, complice il ritorno del “Biellese misterioso”, tra i palazzi del borgo storico cittadino. Sarà un doppio appuntamento. Questa la proposta che sarà messa in scena, o meglio in piazza come in strada nel buio della sera, dagli attori di “Teatrando”, per un fine settimana (sabato 29 aprile e domenica 30) all’insegna di uno spettacolo già proposto lo scorso anno e contrassegnato da un alto gradimento. Formula che si presenta, ancora una volta, basata sul tour tra le leggende cariche di suspense, piatto forte del progetto nato da un’idea della guida turistica Elena Serrani, di Carlo Bozzalla Pret del Touring Club e dei blogger Gian Luca Sgaggero e Lele Lattarulo di “Viaggia e Scopri - Italia Blog Tour”, che hanno coinvolto Teatrando per la parte recitata. Dal momento che sì, il cuore dell’iniziativa resta quello di proporre in modo curioso e coinvolgente la classica “visita guidata”. Quella del “Biellese misterioso” sarà, infatti, occasione per conoscere meglio il borgo, alla scoperta di storie e leggende a esso legate, tradotte in spettacolo adattato per trasformare vicende e racconti in scene che scandiscono il percorso. “Voci dal passato dietro le porte del Piazzo”, dunque, troverà stessa location e stessa filosofia, ma sarà un tour-teatralizzato caratterizzato, rispetto alla versione passata, da qualche piccola variazione di percorso e da una scena tutta nuova. Si partirà dall’arrivo della Funicolare a monte e si toccherà, Piazza Cisterna, Piazza Cucco, la Costa di san Sebastiano, Palazzo La Marmora, Palazzo Gromo Losa e Palazzo Ferrero; per poi concludersi all’Ostello (ex carcere del Bellone). Il tutto alla scoperta del “meno noto”, arricchito dall’ascoltando delle voci di tanti personaggi legati al luogo. «Le “porte”, citate nel titolo, sono quelle del borgo stesso che, un tempo fortificato, veniva letteralmente chiuso nelle ore notturne, ma anche quelle dei palazzi, che si apriranno per mostrarsi in una veste nuova - raccontano gli organizzatori - Cortili ed edifici riveleranno particolari e dettagli sorprendenti, intrighi e avvenimenti che il tempo ha trasformato in misteri. Chi conosce la storia di Enrichetta “la Cenerentola dei La Marmora”? Dei due vescovi Uguccione di Vercelli e Giovanni Fieschi? E chi, morente, fu visitato dal Diavolo in persona?». Info. Appuntamento sabato, con partenza a gruppi dalle 20 alle 22.20 ogni 20 minuti, dalla Funicolare a monte. Replica domenica, dalle 20.20 alle 22.20. Biglietti: 10 euro (intero), 8 euro (ridotto). Prenotazioni allo 333-5283350 e info sul sito. Giovanna Boglietti

Primarie Pd, si vota domenica

| Biella Città BIELLA - Si voterà domenica prossima, 30 aprile, dalle 8 alle 20, in 16 seggi sparsi per tutta la provincia per scegliere il segretario nazionale e i candidati all’assemblea nazionale. Tre le mozioni che si possono appoggiare: quella che fa capo a Matteo Renzi, quella di Andrea Orlando e quella di Michele Emiliano. Mercoledì sera, al Museo del Territorio, è andata in scena una serata in cui si è assistito prima al dibattito tra i candidati a livello nazionale e, successivamente, Paolo Furia per la mozione Orlando e Rinaldo Chiola pera la mozione Renzi hanno commentato quanto detto dai candidati alla segreteria nazionale.  Biella, per la scelta dei membri dell’Assemblea nazionale del partito è nel collegio con Vercelli. Ecco l’elenco dei candidati mozione per mozione. Unire l’Italia Unire il Pd - Andrea Orlando: Paolo Furia, Angelica Valz Gris, Alessandro Portinaro, Graziella Savoini; Noi con Emiliano - Michele Emiliano: Fabio Vagnoni; Avanti Insieme - Matteo Renzi: Nicoletta Favero, Rinaldo Chiola, Andrea Pacella e Patrizia Jorio Marco. Per partecipare alla consultazione è necessario presentarsi muniti di documento d’identità e tessera elettorale. E’ richiesta una donazione di due euro per coprire le spese organizzative. E.P.

Botte e minacce per riscuotere i soldi

| Cronaca BIELLA  - Si è presentato a casa di una conoscente per riscuotere dei soldi. Brandiva un martello. Dopo una lite furente lei, una donna di 39 anni che vive in città, si è nascosta rinchiudendosi nel suo appartamento, spaventata. Lui, Andrea B., residente a Ronco Biellese,  ha usato il martello per sfondare la porta ed entrare in casa. Nel tentativo di difenderla è intervenuto anche l’ex fidanzato della donna, un albanese di 30 anni che vive fuori provincia. E’ stato proprio quest’ultimo ad avere la peggio: ha ricevuto calci e pugni, tanto da dover ricorre alle cure mediche. Ora l’aggressore, già lungamente noto alle forze dell’ordine, rischia la denuncia per danneggiamento aggravato, minaccia grave e lesioni personali. L’episodio, più che mai preoccupante, è successo nella notte tra martedì e mercoledì in via Costa del Vernato. Era circa mezzanotte quando l’aggressore è arrivato a casa della sua debitrice. «Esci» le ha detto. La donna è scesa in strada e l’uomo ha iniziato a chiederle ripetutamente di consegnargli i soldi. Sono volate urla, qualcuno, tra i residenti, ha chiamato le forze dell’ordine. La donna è risalita in casa e la situazione sembrava essere tornata normale quando, poco dopo, alla centrale della questura è arrivata una nuova richiesta di intervento: «Sul pianerottolo del secondo piano c’è sangue». In pochi istanti in Costa del Vernato sono arrivati carabinieri e polizia. Il creditore aveva letteralmente sfondato la porta di casa della sua debitrice con il martello e aggredito l’ex compagno della donna con insulti, minacce e vere e proprie botte. All’arrivo di agenti e militari l’aggressore se n’era già andato. Identificato, nei suoi confronti verranno presi i dovuti provvedimenti. Shama Ciocchetti

La Biellese: grande attesa per la visita di Campbell, campionissimo inglese

| Sport Con la stagione ormai giunta agli sgoccioli, La Biellese preparerà l’ultima gara contro l’Alicese ricevendo la visita di un ospite speciale. Oggi pomeriggio, infatti, al Pozzo si presenterà Sulzeer Jeremiah “Sol” Campbell, ex difensore inglese (73 le presenze in nazionale) classe ‘74 del Tottenham e, soprattutto, Arsenal, con cui ha vinto dal 2001 al 2005 due Premier League, 3 Coppe d’Inghilterra e due Community Shield. Campbell, oggi assistant coach della nazionale di Trinidad&Tobago, sarà a Biella per incontrare alcuni amici e ne approfitterà per fare visita alla società bianconera. L’ex difensore inglese dovrebbe arrivare allo stadio dopo le 17 e attorno alle 18.15 incontrerà la stampa. Dopo l’incontro Campbell si sposterà sul campo, dove vedrà le squadre bianconere e assisterà all’allenamento dei ragazzi di mister Andrea Roano fino alle 20. In occasione della visita lo stadio rimarrà aperto per accogliere curiosi e appassionati. Oltre alla visita di Campbell, la società biellese ha registrato in settimana anche il successo della terza edizione del torneo memoria “Giovanni Ogliaro” che si è tenuto martedì allo stadio Pozzo e che ha visto la partecipazione di almeno mille persone, tra piccoli calciatori e parenti al seguito (600 i paganti). «Siamo felici di vedere tutti questi bambini che hanno partecipato al nostro torneo in memoria di Ogliaro - racconta Francesco Trudettino, dirigente della Valle Elvo “prestato” alla  Biellese per l’organizzazione del torneo-. Speriamo di aver creato una base anche per i prossimi anni soprattutto con le squadre professionistiche. Sicuramente Giovanni Ogliaro si sarebbe emozionato di vedere tutti questi giovani oggi». «Una buona risposta è anche quella del pubblico, che è stato numeroso - racconta Enzo Francisetti, altro organizzatore - una cosa che ci fa piacere». Per quel che riguarda i risultati sportivi, al primo posto nella categoria 2008 è arrivata la Crescentinese; tra i 2007 a vincere è stata la squadra del Lombardia Uno, mentre tra i 2006 si è imposto il Suno. Mattia Pesce

I “Virtuosen”, o i maratoneti del pianoforte

| Spettacoli e cultura BIELLA - Maratona pianistica, quella che si prepara a calcare il palcoscenico di Palazzo Gromo Losa. Ultimi arrangiamenti e la sede dell’Accademia “Lorenzo Perosi”, al Piazzo, diverrà pista e spalti per l’ascolto dei “Virtuosen”. Al posto del testimone, infatti, ci sarà uno scambio di spartiti, e con esso il rilancio di spunti musicali forniti da due grandi della musica classica, Sergej Sergeevic Prokof’ev e Erik Satie. Il concerto si svolgerà domani - venerdì 28 aprile - nell’auditorium al primo piano di Palazzo Gromo Losa. Cambio di orario, rispetto a quanto comunicato ufficialmente dall’Accademia nei giorni scorsi: non più alle ore 20.45, ma alle 18.30. La maratona, in particolare, riguarderà quattro pianisti di talento: Maddalena Miramonti, Edgar Cattaneo, Lorenzo Mazzola e Stefano Villa. Del compositore e pianista russo Prokof’ev verranno proposti, tra gli altri, alcuni estratti dai balletti “Cenerentola” e “Romeo e Giulietta”, composti negli anni Quaranta, dopo il ritorno in patria dell’artista, avvenuto in seguito a un lungo periodo trascorso all’estero. Dell’autore francese, invece, verranno celebrate pagine pianistiche particolari come le “Gymnopèdies”. «Da sempre ribelle nei confronti delle regole tradizionali, Satie aveva dichiarato di essere “venuto al mondo molto giovane in un tempo molto vecchio”», fanno sapere dal Perosi. Nel primo periodo della sua carriera scrisse pagine pianistiche dai titoli piuttosto particolari e utilizzò una scrittura molto libera, che influenzò anche Debussy». Quanto ai quattro pianisti che si esibiranno nel corso del concerto? Ecco i loro profili. Maddalena Miramonti si è diplomata brillantemente nel 2011, al Conservatorio “G. Verdi” di Milano e ha studiato, nel 2013, con Peter Lang alla prestigiosa Accademia “Mozarteum” di Salisburgo. Frequenta il corso di alto perfezionamento all’Accademia di Bergamo, con Kostantin Bogino. Ha tenuto recitals solistici e cameristici in varie città e per prestigiose rassegne. Edgar Cattaneo ha iniziato gli studi all’Istituto Pareggiato “G. Donizetti” di Bergamo, per poi proseguirli sotto la guida di Daniele Alberti. Da quattro anni, segue i corsi di Konstantin Bogino  all’Accademia di Alto Perfezionamento Musicale “Santa Cecilia” di Bergamo. Si è diplomato al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, sotto la guida di Pietro Soraci, e tiene regolarmente concerti in importanti città italiane e insegna pianoforte all’Accademia di Bergamo. Stefano Villa si è, dapprima, formato all’Accademia Internazionale della Musica di Milano e poi al Conservatorio “L. Campiani” di Mantova, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Più volte vincitore di borse di studio, premiato e vincitore di diversi concorsi pianistici nazionali e internazionali, si esibisce regolarmente, sia in qualità di solista sia in diverse formazioni cameristiche. Già insegnante di pianoforte tra Milano e Monza, nonché alla scuola francese “Lycée Stendhal” di Milano, è accompagnatore pianistico alla Civica Scuola di Musica “C. Abbado” di Milano. Lorenzo Mazzola ha intrapreso gli studi di pianoforte all’associazione “Amici della musica” di Capriate, sotto la guida di Isabella Legler. Dal 2008, ha come insegnante Matteo Castagnoli. Vincitore di numerose borse di studio e competizioni, nel 2009, ha introdotto in concerto il famoso pianista Antonio Ballista. E ottenuto, nel 2011, il primo premio nel concorso internazionale “B. Bettinelli” di Treviglio, categoria “studenti di scuola superiore ad indirizzo musicale”, per il liceo Classico “Sarpi”.  Info. Biglietti interi al costo di 5 euro. È necessaria la prenotazione. Info: 015-29040. Giovanna Boglietti

L’industria biellese migliora l’umore

| Economia BIELLA - L’industria biellese guarda al secondo trimestre dell’anno con più ottimismo. A testimoniarlo sono i saldi ottimisti-pessimisti della consueta rilevazione congiunturale previsionale realizzata dall’Ufficio Studi dell’Uib su un campione rappresentativo di imprese associate. Il manifatturiero biellese, nel secondo trimestre 2017, migliora le sue previsioni praticamente su tutte le voci: dalle previsioni occupazionali (con un saldo ottimisti-pessimisti che passa dal +1,8% del trimestre scorso all’attuale +4,2%) a quelle relative alla produzione totale, dove il saldo balza dal precedente -0,9% all’attuale +15,2%. Analogamente, gli industriali biellesi vedono rosa anche per quanto concerne i nuovi ordini totali (dal precedente saldo pari a +8,8% all’attuale del +10,9%) e gli ordinativi per l’export (dal +6,8% di gennaio-marzo al +7,4% di aprile-giugno). Anche le intenzioni di ricorso agli ammortizzatori sociali diminuiscono: il 15,1%  prevede di farvi fronte contro il 20,2% del trimestre scorso. Resta invece in territorio negativo la redditività (saldo a -4,2%, ma in recupero di  o,2 punti rispetto alla rilevazione precedente).Settori. Il miglioramento riflesso dai saldi è piuttosto omogeneo nei vari settori, a cominciare dal Tessile dove il saldo relativo all’occupazione passa dal precedente -2,9% all’attuale +1,4% e quello concernente la produzione totale dal precedente -1,5% all’attuale +14,1%, mentre, pur restando in territorio positivo, si ridimensiona, condizionato probabilmente anche dal nuovo corso degli scambi internazionali, quello concernente gli ordini export. Lo stesso accade anche per il Meccanico, dove a dominare è particolarmente il peggioramento del saldo relativo alla redditività (dal precedente +5,3% all’attuale -10%) e agli ordini export (dal precedente saldo zero a -11,1%). Negli “Altri Settori”, a un peggioramento del saldo ottimisti-pessimisti per quanto riguarda l’occupazione (da +7,7% a +3,6%), fa da contraltare il nettissimo miglioramento (dal precedente +3,8% all’attuale +28,5%) del saldo sulla produzione totale. «Le previsioni dell’industria biellese per il secondo trimestre  - commenta il vicepresidente Uib per l’Economia d’Impresa, Emanuele Scribanti  - sono chiaramente improntate a un maggior ottimismo. Migliora, infatti, il saldo ottimisti-pessimisti su occupazione  e produzione e questo accade sia per motivi relativi alle mutate condizioni generali, sia, soprattutto nel tessile, per motivi congiunturali relativi alla stagionalità. L’orizzonte, insomma, pare più sereno, anche se la prudenza, in un contesto internazionale così fluido, deve restare doverosa».Giovanni Orso

Designato dal Csm un nuovo Procuratore

| Cronaca Teresa Angela Camelio è stata designata all'unanimità dal Csm, quale nuova procuratrice capo di Biella. Se accetterà l'incarico, entro settembre occuperà l'ufficio rimasto vacante quando il procuratore Giorgio Reposo ha ottenuto il trasferimento a Pavia. Coordinatrice nel 2015 di un'operazione che coinvolse le polizie di mezza Europa e che portò all'arresto di 17 jihadisti, completerà l'organico con i sostituiti Mariaserena Iozzo, Elisa Calanducci e Federico Carrai. Trentatré anni di carriera alle spalle, Teresa Angela Camelio dal 2012 è rappresentate italiano all'Eurojust dell'Aja, l'agenzia della Comunità Europea istituita per potenziare l'efficienza dell'azione delle autorità nazionali impegnate nella lotta contro gravi forme di criminalità organizzata. Spezzina di nascita, la sua carriera l'ha intrapresa nel 1985 in Piemonte, nel Tribunale di Cuneo.
SHOP ONLINE PUBBLICITA
Facebook: Eco di Biella
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
^ Top
"POPUP"