Eco di Biella

Eco di Biella

ECODIBIELLA + IL GIORNO
Eco di Biella - L'Informazione è Indipendente!
Fondato nel 1947 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato
sabato, 01 novembre 2014

Cimiteri, ecco le regole per il 1° novembre

| Cronaca  Per consentire ai cittadini di commemorare i defunti in tutta sicurezza in occasione della festa del 1° Novembre, il dirigente responsabile del Comune di Biella ha firmato un’ordinanza in cui fino al 5 novembre è sospeso qualsiasi genere di lavoro edilizio all’interno dei cimiteri. E’ sospesa anche l’effettuazione di esumazioni e di estumulazioni e in questo periodo tutti i viali dovranno essere sgombri da materiale. E’ inoltre vietato ai rivenditori di qualsiasi merce di sostare, circolare, impiantare banchi lungo la strada di accesso dai vari cimiteri, sui piazzali e nelle adiacenze. Il dirigente, poi, nella stessa ordinanza invita i cittadini a tenere comportamenti confacenti il regolamento comunale. Che recita: “I cavalli, le vetture, le biciclette, le automobili ed in genere qualsiasi tipo di veicolo potrà introdursi nel cimitero soltanto per servizio medesimo. E’ assolutamente vieta l’introduzione dei cani o di altri animali anche se tenuti a catena od al guinzaglio. E’ pure proibito l’ingresso ai ragazzi di età inferiore agli otto anni se non accompagnati per mano da persone adulte. e’ proibito infine passare attraverso i campi e attraversare le fosse. Il passaggio attraverso i campi deve avvenire lungo il sentiero di ciglio delle fosse medesime e per la via più diretta. I divieti non si applicano ai mezzi di locomozione dei non deambulanti ed i cani al servizio dei non vedenti”. E poi ancora: “Qualsiasi asportazione di materiali o di oggetti ornamentali del cimitero è vietata, com è vietato asportare dal cimitero anche semplici fiori, gli arbusti o le corone”. Enzo Panelli

Puliamo il mondo: 350 chili di rifiuti abbandonati

| Biella Città Ieri gli studenti delle classi quarte del Vaglio Rubens sono stati protagonisti di  “Puliamo il mondo”,  la più importante  iniziativa di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente. Quest’anno il  luogo scelto per la “pulizia” è stata la zona “area industriale Regione Merineggio” nel quartiere Maglioleo di Chiavazza. I ragazzi, forniti di kit apposito di Legambiente, hanno lavorato insieme su varie aree raccogliendo una quantità considerevole di rifiuti, hanno riempito alcuni mezzi messi a disposizione da Seab  con oltre 300 kg totali di rifiuti indifferenziati e raccolto circa 30 kg di plastica e lattine.  Fra gli oggetti rinvenuti anche  due televisori, un video, una sedia, una confezione di latte scaduto nel 2010 ma totalmente integro, porcellane varie e indumenti. La prossima settimana gli studenti continueranno l’iniziativa visitando la stazione di conferimento, centro di compostaggio e cantiere Seab di via Candelo.

Muore nel garage, domani i funerali

| Cronaca La Procura ha concesso il nullaosta per i funerali di Diego Folli, 45 anni, novarese, da tempo residente a Cossato, trovato morto nel garage della sua abitazione. L’impresa Minero si occuperà del funerale che si svolgerà domattina alle 10 nel monastero Mater Carmeli di Chiavazza. Al termine della funzione, la salma verrà sepolta nel cimitero urbano di Cossato. Folli lascia nel dolore la sorella Luisa, il cognato Ivano e tre nipoti, Alessio , Beatrice, Martino. Non c’è nulla di misterioso dietro alle cause della morte di Diego Folli che lavorava per conto della cooperativa La Coccinella. A trovare il corpo senza vita dell’uomo è stata una vicina che ha subito dato l’allarme. Ma per l’uomo, purtroppo, non c’era ormai più niente da fare: era morto, seppur da non molto. Al medico del “118” non è rimasto altro da fare che constatare il decesso. Folli soffriva comunque di disturbi di salute da tempo, cosa che richiedeva il costante ricorso ai farmaci. Come da prassi, sono arrivati anche i carabinieri che hanno effettuato tutti i rilievi di rito. Appassionato motociclista, Folli  frequentava da tempo l’ambiente dei biker, tanto che una vera e propria folla di amici sulle due ruote si è radunata all’obitorio per rendere l’ultimo omaggio all’amico scomparso.V.Ca.

Delitto Vazzoler: sentenza prima di Natale

| Cronaca Giungerà a sentenza prima di Natale, il 19 dicembre, il processo con rito abbreviato per l’omicidio di Vanda Vazzoler, 67 anni, avvenuto a Vigliano il pomeriggio del 12 dicembre dello scorso anno. Nell’udienza dell’altro giorno, il giudice, Paola Rava, ha modificato il calendario delle udienze. Si torna in aula il 25 novembre con l’inizio della discussione, la requisitoria del pubblico ministero (Mariaserena Iozzo) e l’intervento delle parti civili. Si proseguirà il 2 e il 19 dicembre con le arringhe dei cinque difensori, le repliche e la sentenza. Intanto nell'udienza dell'altro giorno, sono stati sentiti due testimoni convocati dalla difesa di Giuseppe Fabbro, 57 anni, di Massazza, considerato dalla Procura l'ideatore del colpo che s'è trasformato in omicidio. Lui ha però sempre negato: . TUTTI I PARTICOLARI LI TROVERETE DOMATTINA SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA
YOUKATA'
Facebook: Eco di Biella
01-09-2014
| GIUNGLA TRA ANDORNO E BIELLA
08-08-2014
| ALAN VOSKUIL E' TORNATO ALL'ANGELICO
23-06-2014
| RALLY DELLA LANA STORICO: VINCE PEDRO
21-06-2014
| 150° ANNI DI UNIONE INDUSTRIALE BIELLESE
23-05-2014
| ALL'INTERNO DEL NUOVO OSPEDALE DI BIELLA
Vai alla sezione Fotogallery completa » Guarda tutti i video »
^ Top
"POPUP"